Martin Luther King.
Verso le celebrazioni dei 40 anni dalla morte del pastore battista nero

di Agenzia NEV del 12-03-2008

Anna Maffei, presidente dei battisti d’Italia: “Vogliamo ricordare la sua figura con un Premio”


Roma (NEV), 12 marzo 2008 - Un premio italiano per dare visibilità a quanti si impegnano per la difesa dei diritti delle minoranze, per la diffusione della cultura e della pratica della nonviolenza, per la lotta alla povertà. Questo lo scopo del “Premio Martin Luther King per i diritti umani”, istituito in occasione del quarantennale dell’assassinio del pastore battista nero dall’Unione cristiana evangelica battista d’Italia (UCEBI) e dalla “Lott Carey Foreign Mission Convention” di Birmingham, Alabama (USA), organizzazione che porta avanti l’eredità spirituale e culturale del , Premio Nobel per la pace ucciso da un colpo di fucile a Memphis (Tennessee) il 4 aprile 1968. L’iniziativa promossa dall’UCEBI e dal Comune di Roma è in agenda proprio per il prossimo 4 aprile e si svolgerà dalle 18.30 alle 21.30 sulla piazza del Campidoglio a Roma.
“Il Premio si propone di diffondere il messaggio di Martin Luther King nel nostro paese, divenuto ormai crocevia di culture e popoli diversi - ha dichiarato Anna Maffei, presidente dell’UCEBI -. Viviamo in un paese molto diverso rispetto a 40 anni fa; un paese sempre più multiculturale, ma al tempo stesso a grave rischio di razzismo. Di qui l’importanza di interrogarci e riflettere a partire dal messaggio di King. Ricordando questa figura, vogliamo contrapporre alla ’fede dei no’, al fondamentalismo e all’intolleranza un tipo di fede calda e accogliente, una fede di incontro e dialogo”.
Alla cerimonia - che si concluderà significativamente con un “concerto multietnico” dell’Orchestra di Piazza Vittorio - parteciperanno, tra gli altri, esponenti del Consiglio comunale e dell’Istituto per i diritti civili di Birmingham e il coro gospel afro-americano “Life Waters Ministries International”. Il Premio sarà assegnato da una giuria presieduta da Franca Eckert Coen, delegata del sindaco di Roma alle politiche della multietnicità e dell’intercultura.



Giovedì, 13 marzo 2008