VILIPENDIO ALLA RELIGIONE ISLAMICA, LA FALLACI SOTTO PROCESSO

Purtroppo una eventuale condanna della scrittrice toscana non risolverebbe il danno che ha fatto alla causa della pace e del diaogo tra le religioni.Non c’e’ dubbio che i suoi ultimi scritti trasudino di termini volgari ed offensivi verso la religione islamica verso l’intelligenza del lettore medio e verso la civiltà tout court.Staremo a vedere.salam Amina
Fonte: agenzia AGI


(AGI) - L’Aquila, 24 mag. - Nel libro di Oriana Fallaci "La forza della ragione" ci sono espressioni "inequivocabilmente offensive nei confronti dell’Islam e di coloro che praticano quel credo religioso". Lo afferma il gip del Tribunale di Bergamo, Armando Grasso, che, accogliendo l’opposizione di Adel Smith all’archiviazione del procedimento proposta dal pm, ha ordinato all’accusa di formulare l’imputazione "in ordine al reato di cui all’art. 406 in relazione all’art. 403 del Codice penale", in questo caso il vilipendio alla religione islamica.

La nota scrittrice, dunque, finira’ sotto processo.

Adel Smith, presidente dell’Unione Musulmani d’Italia, aveva querelato la scrittrice l’8 aprile dello scorso anno dopo che, ricorda lo stesso Smith, "anche in altri scritti Oriana Fallaci si era prodigata nel propagare l’odio contro l’Islam e i musulmani, distorcendo fatti storici reali e inventandone altri, calunniando, offendendo e diffamando a piu’ riprese i musulmani di tutto il mondo. Del resto - conclude Smith - fin dal libro "La rabbia e l’orgoglio" la scrittrice si era distinta nell’ingiuriare l’Islam, i musulmani e le musulmane, scrivendo espressioni come ’fottuti figli di Allah".

La Procura di Bergamo, competente per territorio in quanto e’ in quella citta’ che fu stampato i! l libro, ha ora dieci giorni di tempo per formulare il capo di imputazione. Il gup disporra’ poi il rinvio a giudizio stabilendo la data del processo. A rappresentare Adel Smith sara’ l’avv. Matteo Nicoli del Foro di Verona. (AGI) Ett 241114 MAG 05



Mercoledý, 25 maggio 2005