- Scrivi commento -- Leggi commenti ce ne sono (0)
Visite totali: (296) - Visite oggi : (1)
Questo giornale non ha scopo di lucro, si basa sul lavoro volontario e si sostiene con i contributi dei lettori Sostienici!
ISSN 2420-997X

Canali social "il dialogo"
Youtube
- WhatsAppTelegram
- Facebook - Sociale network - Twitter
Mappa Sito

www.ildialogo.org Resoconto serata "Facciamo la pace osiamo la pace" Bambini 4 C Emergency - Sereno Regis,a cura di Giampiero Monaca

Resoconto serata "Facciamo la pace osiamo la pace" Bambini 4 C Emergency - Sereno Regis

a cura di Giampiero Monaca

Ieri sera ad Asti presso il centro culturale Diavolo rosso si è tenuta  luna serata dibattito ineramente organizzata dai bambini di una classe 4 elementare (la 4C della rio crosio di Asti) e coordinata dai loro insegnanti Giampiero monaca e lina prinzivalli.
Da anni ormai questi bambini stanno sperimentando un sistema di studio davvero globale: la mesopotamia  di 6000 anni fa  con la sua cultura meravigliosa e le frequenti conquiste da parte delle varie popolazione limitrofe, viene studiata senza però dimenticare che quelle stesse terre sono ancora oggi teatro di sanguinose guerre , ilo studio dei numeri viene affrontato in modo da dare un volto ed un valore anche soggettivo alle quantità. i problemi trattano di tematiche sociali, si calcolano i costi degli interventi militari oltre che il numero di caramelle e ai litri di vino del vinaio con la botte che perde!
questo metodo ha gadatamente trovato campo fertile nell'entusiasmo dei bambini della 4c , che  , sicuramente sostenuti anche dalle loro famiglie, assorbono, chiedono, imparano... pensano.
Ieri sera si è arrivati quindi a dibattere tra bambini ed adulti sul tema della guerra della pace e dell'insensatezza dell' opzione di portare la pace con le armi.
questa la tesi dei bambini.
Gli ospiti che hanno ragionato , ognuno portando la propria personale sensibilità ed esperienza sono stati :  
Stefania Calza responsabile reparto Radiologia pspedale Emergency Kabul , Afghanistan.
Nanni Salio, scienziato per la pace , dal centro studi sereno Regis di torino , l'esperienza di chi da sempre ha approfondito e promosso tecniche e teorie della nonviolenza Ghandiana.
Beppe Passarino, educatore scout e promotore , durante la sua attività di assessore al comune di Asti , dell'Ufficio Pace.
la serata è iniziata subito dopo il saluto energico ed entusiasta del Dirigente dott. Contino, il quale ha voluto porre immediatamente l'accento sul grave rischio che l'individualismo rappresenta per gli equilibri di una società serena e pacifica.
ringraziamo anche la nostra diirigente dott. Rosanna Sardo per aver voluto partecipare e sostenere questa nostra iniziativa.
Successivamente è stato presentato al pubblico il cortometraggio di animazione Che cosa è natale se non è per tutti? (http://www.youtube.com/watch?v=HIIo03F2N_A) realizzato proprio per sintetizzare il pensiero e le riflessioni dei bambini della 4C
da qui in poi la cronaca della serata  ed i commenti provengono dal lavoro iniziato stamattina dai vari gruppi di lavoro della nostra classe.
sono ancora un po' rozzi ma genuini e spontanei... la nostra "redazione" ci da dentro, presto potremo anche darvi prodotti migliori e potrete seguirli anche sul blog: bimbisvegli.wordpress.com
Il dibattito è iniziato alle 21,15 
Alcuni bambini hanno incominciato  a fare delle domande: la maggior parte dei quesiti li abbiamo posti a stefania perchè lei vive la guerra quasi ogni giorno.
Il tema della serata è stato diviso in tre parti: 
FACCIAMO LA PACE
USIAMO LA PACE
OSIAMO LA PACE
tutto questo basato sulla nonviolenza
quello che ci ha colpito di puù è stato il modo di spiegare dei nostri tre ospiti, come, nonostante fossero più colti di noi si sforzassero per farsi capire bene da noi
Quanta pace nella voce di Stefania, quanta energia nelle parole di Nanni , che divertimento giocare con Beppe.
Noi bambini eravamo molto emozionati perchè erano persone molto importanti
Da questo incontro abbiamo capito che la pace è come un'amica  , che se tutti frequentassero di più sarebbe uù forte ed il mondo sarebbe quasi perfetto e si sconfiggerebbe la guerra, non con le armi ma con le parole, la testa ed il cuore.
Ci siamo davvero sentiti bene, ci siamo divertiti e speriamo di incontrare di nuovo queste persone, perchè ci hanno fatto capire che la pace , proprio perchè si raggiunge grazie  all'impegno di tante persone che imparano a collaborare e comprendersi, è la cosa più bella del mondo.
 
Frasi in libertà colte durante la  serata

 
Mi ha molto colpito la stupidità d Gheddafi e anche quella di noi italiani perchè non smettiamo di usare le armi. (Gaia)
quando Stefania calza ha parlato dei maestri , uccisi in Afghanistan perchè insegnavano alle bambine, ho avuto paura (alberto)
io penso che Emergency cura bene i banmbini e chi lo ha inventato ha fatto una cosa giusta (Alberto)
Stefania ha detto che lei non ha molte cose da inegnarci ma ne ha molte da imparare da noi (Mirko)
stefania prova molta rabbia quando cura i bambini (Mathias)
nanni Salio dice che la CULTURA è una DIFESA dalle GUERRE (tommy)
Nanni salio ci ha spiegaro che i conflitti sono naturali e possono essere gestiti, invece le guerre sono orribili. (elena)
Mi sono divertita e sentita importante quando il signor passarino ci ha fa tto fare il gioco sulla pace e sui rimedi ai conflitti (francesca)


Venerd́ 20 Maggio,2011 Ore: 12:36
 
 
Ti piace l'articolo? Allora Sostienici!
Questo giornale non ha scopo di lucro, si basa sul lavoro volontario e si sostiene con i contributi dei lettori

Print Friendly and PDFPrintPrint Friendly and PDFPDF -- Segnala amico -- Salva sul tuo PC
Scrivi commento -- Leggi commenti (0) -- Condividi sul tuo sito
Segnala su: Digg - Facebook - StumbleUpon - del.icio.us - Reddit - Google
Tweet
Indice completo articoli sezione:
Scuola

Canali social "il dialogo"
Youtube
- WhatsAppTelegram
- Facebook - Sociale network - Twitter
Mappa Sito


Ove non diversamente specificato, i materiali contenuti in questo sito sono liberamente riproducibili per uso personale, con l’obbligo di citare la fonte (www.ildialogo.org), non stravolgerne il significato e non utilizzarli a scopo di lucro.
Gli abusi saranno perseguiti a norma di legge.
Per tutte le NOTE LEGALI clicca qui
Questo sito fa uso dei cookie soltanto
per facilitare la navigazione.
Vedi
Info