- Scrivi commento -- Leggi commenti ce ne sono (1)
Visite totali: (302) - Visite oggi : (1)
Questo giornale non ha scopo di lucro, si basa sul lavoro volontario e si sostiene con i contributi dei lettori Sostienici!
ISSN 2420-997X

Canali social "il dialogo"
Youtube
- WhatsAppTelegram
- Facebook - Sociale network - Twitter
Mappa Sito

www.ildialogo.org Un monumento contro la guerra,di Enrico Peyretti

Termignon (Francia)
Un monumento contro la guerra

di Enrico Peyretti

Il monumento Ŕ chiamato "La pleureuse", la piangente


Foto di Enrico Peyretti1 novembre 2011 
Allego, per il 4 novembre di lutto e non di festa, la foto sul più onesto monumento che io conosca in ricordo dei morti uccisi in guerra. Si trova nel villaggio di Termignon (in Francia, Alta Savoia, valle della Haute Maurienne, dietro il passo del Moncenisio, a circa 100 km da Torino, quando il passo alpino è aperto, altrimenti per il tunnel del Fréjus, via Modane, alcuni km di più). 
Il monumento è chiamato "La pleureuse", la piangente. 
Rappresenta una madre, vestita nel costume locale, che piange i figli uccisi dalla guerra. Non c'è la solita retorica delle armi e dell'eroismo. C'è il dolore delle madri, che rappesentano tutti. C'è forse il pentimento della patria-madre sui figli mandati a uccidere e morire, usati come armi viventi, e perduti.


Mercoledý 02 Novembre,2011 Ore: 11:27
 
 
Commenti

Gli ultimi messaggi sono posti alla fine

Autore Città Giorno Ora
piergiorgio borsotti villadossola 20/11/2011 22.32
Titolo:il monumento contro la guerra
condivido profondamente l'idea di Enrico Peyretti (lui non crdo si possa ricordare di me ma io lo conosco e lo apprezzo da anni; l'ultima volta l'ho incontrato a Verbania sempre sul tema della pace). Anni fa, in un articolo su un giornale locale anch'io avevo segnalato la profonda umanità di questo monumento (che conosco fin dall'infanzia, avendo parenti in Savoia ed avendo in particolare odio le guerre che hanno obbligato gente dello stesso sangue a combattersi di qua e di là delle Alpi). Segnalo che c'è qualcosa di simile anche a Pettenasco, sul Lago d'Orta. Sarebbe bello pensare ad un censimento del genere, in vista delle tremende cose che ci toccherà ascoltare fra qualche anno (ce li ammazzeranno ancora una volta i nostri nonni e bisnonni nel centenario della prima guerra mondiale....)
Pece,forza e gioia
Piergiorgio Borsotti

Ti piace l'articolo? Allora Sostienici!
Questo giornale non ha scopo di lucro, si basa sul lavoro volontario e si sostiene con i contributi dei lettori

Print Friendly and PDFPrintPrint Friendly and PDFPDF -- Segnala amico -- Salva sul tuo PC
Scrivi commento -- Leggi commenti (1) -- Condividi sul tuo sito
Segnala su: Digg - Facebook - StumbleUpon - del.icio.us - Reddit - Google
Tweet
Indice completo articoli sezione:
Pace dal basso

Canali social "il dialogo"
Youtube
- WhatsAppTelegram
- Facebook - Sociale network - Twitter
Mappa Sito


Ove non diversamente specificato, i materiali contenuti in questo sito sono liberamente riproducibili per uso personale, con l’obbligo di citare la fonte (www.ildialogo.org), non stravolgerne il significato e non utilizzarli a scopo di lucro.
Gli abusi saranno perseguiti a norma di legge.
Per tutte le NOTE LEGALI clicca qui
Questo sito fa uso dei cookie soltanto
per facilitare la navigazione.
Vedi
Info