- Scrivi commento -- Leggi commenti ce ne sono (0)
Visite totali: (205) - Visite oggi : (1)
Questo giornale non ha scopo di lucro, si basa sul lavoro volontario e si sostiene con i contributi dei lettori Sostienici!
ISSN 2420-997X

Canali social "il dialogo"
Youtube
- WhatsAppTelegram
- Facebook - Sociale network - Twitter
Mappa Sito

www.ildialogo.org LA NONVIOLENZA ALLA PROVA: 25 SETTEMBRE, 2 OTTOBRE, 4 NOVEMBRE,di Peppe Sini

LA NONVIOLENZA ALLA PROVA: 25 SETTEMBRE, 2 OTTOBRE, 4 NOVEMBRE

di Peppe Sini

Nei prossimi mesi tre cruciali scadenze attendono le persone amiche della nonviolenza.

La marcia Perugia-Assisi "per la pace e la fratellanza dei popoli" del 25 settembre 2011.

La "Giornata internazionale della nonviolenza" il 2 ottobre, indetta dall'Onu nell'anniversario della nascita di Gandhi.

La giornata del 4 novembre, anniversario della fine dell'"inutile strage" della prima guerra mondiale: non festa ma lutto per le vittime di tutte le guerre.

*

La marcia "per la pace e la fratellanza dei popoli" da Perugia ad Assisi del 25 settembre 2011, che cade nel cinquantesimo anniversario della prima marcia Perugia-Assisi ideata e promossa da Aldo Capitini, occorre che si caratterizzi come la marcia contro la guerra, il militarismo, il riarmo, perche' solo la pace salva le vite; come la marcia contro la persecuzione razzista dei migranti, per i diritti umani di tutti gli esseri umani; come la marcia per il ritorno del nostro paese alla democrazia, alla civile convivenza, alla legalita' che salva le vite. Ovvero occorre che dall'"assemblea itinerante" dei partecipanti emerga inequivocabile la richiesta che l'Italia cessi immediatamente di prender parte alle guerre terroriste e stragiste, imperialiste e colonialiste, razziste e mafiose in Afghanistan e in Libia; e la richiesta che cessi immediatamente la persecuzione razzista dei migranti, e si garantisca accoglienza ed assistenza a tutti gli esseri umani in fuga da guerre, dittature e fame.

*

La "Giornata internazionale della nonviolenza" del 2 ottobre 2011 non sia uno stracco rituale che vieppiu' oblia anziche' rammemorare l'insegnamento di Mohandas K. Gandhi: sia invece un giorno in cui in tutto il mondo nel ricordo della vicenda e della proposta gandhiana e delle altre donne ed uomini che hanno scelto la nonviolenza e beneficato l'umanita', se ne prosegua l'azione affinche' ovunque prevalga la dignita' e la solidarieta' umana, il rispetto per la vita, la generosa e responsabile cura reciproca e per la biosfera casa comune dell'umanita' intera.

*

La giornata del 4 novembre, non festa ma lutto per le vittime di tutte le guerre, e' giornata in cui dovremmo deciderci a togliere dalle mani degli assassini la commemorazione (da parte loro ipocrita e perversa) delle loro vittime, ed assumerla noi quella commemorazione - autentica e sincera, in dolore e fraternita' - come nostro dovere ed onore: "Ogni vittima ha il volto di Abele". Sia quindi il 4 novembre giorno del ripudio di tutte le guerre, di tutte le armi, di tutti gli eserciti; sia giorno di pio ricordo degli esseri umani che le guerre assassine hanno umiliato e avvilito, ferito e mutilato, travolto e annientato; sia giorno di impegno per la pace e i diritti umani di tutti gli esseri umani.

*

Solo la nonviolenza puo' salvare l'umanita'.

Peppe Sini

responsabile del "Centro di ricerca per la pace" di Viterbo

Viterbo, 15 agosto 2011

Mittente: "Centro di ricerca per la pace" di Viterbo

strada S. Barbara 9/E, 01100 Viterbo

e-mail: nbawac@tin.it

web: http://lists.peacelink.it/nonviolenza/



Luned́ 15 Agosto,2011 Ore: 17:43
 
 
Ti piace l'articolo? Allora Sostienici!
Questo giornale non ha scopo di lucro, si basa sul lavoro volontario e si sostiene con i contributi dei lettori

Print Friendly and PDFPrintPrint Friendly and PDFPDF -- Segnala amico -- Salva sul tuo PC
Scrivi commento -- Leggi commenti (0) -- Condividi sul tuo sito
Segnala su: Digg - Facebook - StumbleUpon - del.icio.us - Reddit - Google
Tweet
Indice completo articoli sezione:
Pace dal basso

Canali social "il dialogo"
Youtube
- WhatsAppTelegram
- Facebook - Sociale network - Twitter
Mappa Sito


Ove non diversamente specificato, i materiali contenuti in questo sito sono liberamente riproducibili per uso personale, con l’obbligo di citare la fonte (www.ildialogo.org), non stravolgerne il significato e non utilizzarli a scopo di lucro.
Gli abusi saranno perseguiti a norma di legge.
Per tutte le NOTE LEGALI clicca qui
Questo sito fa uso dei cookie soltanto
per facilitare la navigazione.
Vedi
Info