- Scrivi commento -- Leggi commenti ce ne sono (0)
Visite totali: (119) - Visite oggi : (1)
Questo giornale non ha scopo di lucro, si basa sul lavoro volontario e si sostiene con i contributi dei lettori Sostienici!
ISSN 2420-997X

Canali social "il dialogo"
Youtube
- WhatsAppTelegram
- Facebook - Sociale network - Twitter
Mappa Sito

www.ildialogo.org Altri cento morti nel Mediterraneo.,di Agenzia NEV

Altri cento morti nel Mediterraneo.

NEGRO (FCEI): "E’ il prezzo della guerra alle ONG e della latitanza europea. Il salvataggio delle vite in mare non ha un colore politico ma è un valore etico".


di Agenzia NEV

COMUNICATO STAMPA
 
Roma (NEV/CS35), 25 luglio 2019 -“Eccoci ancora una volta a denunciare la morte di un centinaio di migranti, – dichiara Luca Maria Negro, presidente della Federazione delle Chiese evangeliche in Italia (FCEI) – , morti nel tentativo di proteggere se stessi cercando protezione in Europa. Cento morti è il prezzo della guerra alle Ong combattuta in questi mesi e della latitanza dei paesi e delle istituzioni europee che si scaricano il barile della prima accoglienza ai migranti che sbarcano. Come cristiani e come evangelici non possiamo tacere di fronte a quella che continua ad essere una strage, prevista e denunciata: le Ong, colpite da provvedimenti giudiziari e improvvisate norme giuridiche, hanno serie difficoltà operative; l’Europa non si impegna a varare alcun piano di ricerca e soccorso in mare. E intanto i migranti partono dalla Libia, paese sempre più insicuro e incapace di tutelare i diritti fondamentali dei profughi. In questo quadro – prosegue Negro – sentiamo come nostra vocazione quella di vigilare e di denunciare quello accade; ma anche quella di richiamare il governo italiano e le autorità europee a compiere il loro dovere istituzionale, che comprende il soccorso e la protezione a profughi e richiedenti asilo. Il salvataggio delle vite umane non ha un colore politico ma è un valore etico che non possiamo ignorare senza scoprirci immorali e disumani. E’ per questo che sull’onda dell’esperienza fatta in questi anni con i ‘corridoi umanitari’ – conclude Negro – rilanciamo la proposta di un ‘corridoio umanitario europeo dalla Libia’: un progetto condiviso tra stati volenterosi finalizzato ad aprire vie e legali e sicure per la protezione dei profughi e dei rifugiati, univa vera e credibile alternativa al traffico umano”.
 
AGENZIA NEV – NOTIZIE EVANGELICHE
SERVIZIO STAMPA DELLA FEDERAZIONE DELLE CHIESE EVANGELICHE IN ITALIA
tel. 06.4825120, cell.366.6292992, nev@fcei.it
Twitter: @nev_it – Facebook: AgenziaNEV – www.nev.it 



Giovedì 25 Luglio,2019 Ore: 22:27
 
 
Ti piace l'articolo? Allora Sostienici!
Questo giornale non ha scopo di lucro, si basa sul lavoro volontario e si sostiene con i contributi dei lettori

Print Friendly and PDFPrintPrint Friendly and PDFPDF -- Segnala amico -- Salva sul tuo PC
Scrivi commento -- Leggi commenti (0) -- Condividi sul tuo sito
Segnala su: Digg - Facebook - StumbleUpon - del.icio.us - Reddit - Google
Tweet
Indice completo articoli sezione:
Osservatorio sul razzismo

Canali social "il dialogo"
Youtube
- WhatsAppTelegram
- Facebook - Sociale network - Twitter
Mappa Sito


Ove non diversamente specificato, i materiali contenuti in questo sito sono liberamente riproducibili per uso personale, con l’obbligo di citare la fonte (www.ildialogo.org), non stravolgerne il significato e non utilizzarli a scopo di lucro.
Gli abusi saranno perseguiti a norma di legge.
Per tutte le NOTE LEGALI clicca qui
Questo sito fa uso dei cookie soltanto
per facilitare la navigazione.
Vedi
Info