- Scrivi commento -- Leggi commenti ce ne sono (0)
Visite totali: (179) - Visite oggi : (1)
Questo giornale non ha scopo di lucro, si basa sul lavoro volontario e si sostiene con i contributi dei lettori Sostienici!
ISSN 2420-997X

Canali social "il dialogo"
Youtube
- WhatsAppTelegram
- Facebook - Sociale network - Twitter
Mappa Sito

www.ildialogo.org Eccesso di perdono a Lanciano,di Renato Pierri

Eccesso di perdono a Lanciano

di Renato Pierri

"Non provo rabbia, ma un grande dispiacere per tanta violenza inutile. Io li perdono perché questo mi aiuterà a recuperare serenità, ma lo Stato dovrà essere severo". Così ha detto la signora Niva Bazzan, la donna mutilata dai banditi durante la rapina a Lanciano.
Nello splendido romanzo “La Certosa di Parma”, Stendhal scriveva: "La gioia immorale che gli italiani provano nel vendicarsi proviene della loro potenza d'immaginazione: negli altri paesi la gente non si può dir che perdoni, ma dimentica". Ora, è cosa bella che la signora Bazzan non nutra sentimenti di vendetta, però forse parlare di perdono significa passare da un eccesso all’altro. Esprimere anticipatamente la volontà di perdonare il delinquente che non ha mostrato un serio profondo sofferto pentimento, è diseducativo. Gesù chiese il perdono del Padre per i suoi crocifissori, ed aggiunse: "Perché non sanno quello che fanno"; quasi a dire: altrimenti non meriterebbero perdono. I delinquenti che hanno massacrato di botte i coniugi sapevano bene che stavano compiendo atti criminali. Gesù promise il paradiso non al malfattore crocifisso con lui, che lo insultava, ma a quello che mostrò d'essersi pentito. Amare i nemici significa volere la loro conversione e il perdono di Dio; ma è il caso di parlare di perdono quando il "nemico" ci ha appena tagliato il lobo di un orecchio, e magari sarebbe disposto a ripetere il gesto infame?
Renato Pierri



Domenica 30 Settembre,2018 Ore: 17:10
 
 
Ti piace l'articolo? Allora Sostienici!
Questo giornale non ha scopo di lucro, si basa sul lavoro volontario e si sostiene con i contributi dei lettori

Print Friendly and PDFPrintPrint Friendly and PDFPDF -- Segnala amico -- Salva sul tuo PC
Scrivi commento -- Leggi commenti (0) -- Condividi sul tuo sito
Segnala su: Digg - Facebook - StumbleUpon - del.icio.us - Reddit - Google
Tweet
Indice completo articoli sezione:
Lettere

Canali social "il dialogo"
Youtube
- WhatsAppTelegram
- Facebook - Sociale network - Twitter
Mappa Sito


Ove non diversamente specificato, i materiali contenuti in questo sito sono liberamente riproducibili per uso personale, con l’obbligo di citare la fonte (www.ildialogo.org), non stravolgerne il significato e non utilizzarli a scopo di lucro.
Gli abusi saranno perseguiti a norma di legge.
Per tutte le NOTE LEGALI clicca qui
Questo sito fa uso dei cookie soltanto
per facilitare la navigazione.
Vedi
Info