- Scrivi commento -- Leggi commenti ce ne sono (0)
Visite totali: (195) - Visite oggi : (1)
Questo giornale non ha scopo di lucro, si basa sul lavoro volontario e si sostiene con i contributi dei lettori Sostienici!
ISSN 2420-997X

Canali social "il dialogo"
Youtube
- WhatsAppTelegram
- Facebook - Sociale network - Twitter
Mappa Sito

www.ildialogo.org L’illusione degli effetti della preghiera,di Francesca Ribeiro

L’illusione degli effetti della preghiera

di Francesca Ribeiro

Sul blog “Come Gesù” del prete e scrittore Mauro Leonardi, il giovane Gigi (nome di fantasia), scrive: “Nessuno prega l’uno per l’altro, non si prega o si prega male e poco... si prega solo per se stessi o per familiari, mai per i nostri chiamati nemici (quelli antipatici, che ci hanno fatto del male oppure a cui abbiamo fatto male) augurargli solo bene, la conversione e il bene finché c’è vita, Io vi propongo una preghiera universale per ogni persona umana: Signore io ti affido il corpo e l’anima di questa persona affinché sia protetta, immunizzata dalle insidie del male ed immessa sempre sulla via del bene”. Ed ha ragione. Se la gente, infatti, avesse pregato così al tempo del nazismo, il Signore avrebbe immunizzato Hitler dalle insidie del male, lo avrebbe immesso sulla via del bene, e magari d’innocenti ne avrebbe fatti soffrire e morire qualche milione di meno. Se la gente avesse pregato così, magari il buon Dio avrebbe protetto dal male i tagliatori di teste, e sai quante teste di meno sarebbero cadute? E le Torri Gemelle? Sarebbero forse crollate le Torri se il Signore, dopo avere ascoltato la preghiera universale per ogni persona,  avesse protetto il corpo e l’anima degli attentatori, se li avesse immunizzati dalle insidie del male? Certo che no! E quanti milioni di bambini si salverebbero, se in cielo arrivasse la preghiera universale? Il Signore, dopo averla ascoltata, immunizzerebbe dalle insidie del male i potenti della terra. La potenza della preghiera. Se fosse giunta in cielo la preghiera universale,  p il Signore avrebbe ridato la libertà perduta al delinquente che ha gettato una bambina dal terrazzo, lo avrebbe illuminato (che cosa gli ci sarebbe voluto?) e alla bambina non sarebbe stato fatto del male, e non sarebbe finita nella strada come una bambola rotta.
Facciamo sapere a Gigi che le preghiere non servono a far sì che Dio intervenga nelle vicende umane, oppure lo lasciamo nella sua dolce illusione?  Una buona madre non ha bisogno di preghiere per soccorrere i propri figli.
Francesca Ribeiro 



Domenica 08 Maggio,2016 Ore: 16:15
 
 
Ti piace l'articolo? Allora Sostienici!
Questo giornale non ha scopo di lucro, si basa sul lavoro volontario e si sostiene con i contributi dei lettori

Print Friendly and PDFPrintPrint Friendly and PDFPDF -- Segnala amico -- Salva sul tuo PC
Scrivi commento -- Leggi commenti (0) -- Condividi sul tuo sito
Segnala su: Digg - Facebook - StumbleUpon - del.icio.us - Reddit - Google
Tweet
Indice completo articoli sezione:
Lettere

Canali social "il dialogo"
Youtube
- WhatsAppTelegram
- Facebook - Sociale network - Twitter
Mappa Sito


Ove non diversamente specificato, i materiali contenuti in questo sito sono liberamente riproducibili per uso personale, con l’obbligo di citare la fonte (www.ildialogo.org), non stravolgerne il significato e non utilizzarli a scopo di lucro.
Gli abusi saranno perseguiti a norma di legge.
Per tutte le NOTE LEGALI clicca qui
Questo sito fa uso dei cookie soltanto
per facilitare la navigazione.
Vedi
Info