- Scrivi commento -- Leggi commenti ce ne sono (0)
Visite totali: (262) - Visite oggi : (1)
Questo giornale non ha scopo di lucro, si basa sul lavoro volontario e si sostiene con i contributi dei lettori Sostienici!
ISSN 2420-997X

Canali social "il dialogo"
Youtube
- WhatsAppTelegram
- Facebook - Sociale network - Twitter
Mappa Sito

www.ildialogo.org E POI CI LAMENTIAMO!,di Mario Pavan

E POI CI LAMENTIAMO!

di Mario Pavan

- Siamo all’ultimo posto dell’UE  per investimenti sulla cultura e al penultimo posto ( dopo di noi la Grecia ) per quanto riguarda l’istruzione e la scuola-

E poi ci lamentiamo, magari contro la maleducazione  di tanti nostri ragazzi , i loro modi di comportarsi e la loro scarsa voglia di studiare (ma sempre secondo le nostre metodologie e i nostri metri di giudizio!)  e li tacciamo di non volersi applicare con laboriosità.

Certo, dipende anche da loro e dagli esempi che noi adulti ed ex  giovani  generazioni di una volta  diamo, ma è vero pure  un fatto di estrema gravità. In un Paese come il nostro dove imperano quasi esclusivamente  l’apparire, l’avere  e l’ostentare  stili di vita (?) improntati al dovere di  consumare  e dove si è schiavi del confronto con gli altri  e del tutto è facile, emerge tuttavia un dato che fa  rabbrividire e che , in fondo, in fondo, è la fotocopia di un vivere solo gridato, che è vissuto, finora , di trucchi e di  inganni. E tutto a scapito  di una collettività ancora seria e che si impegna per la giustizia. Senza infingimenti  e senza scorciatoie ma con la sola  voglia sacrosanta di dire la verità. “E dire la verità, nel tempo dell’inganno universale , è un atto rivoluzionario”, scriveva  George Orwell.

Ebbene,  nelle uscite finanziarie del nostro Stato c’è un misero  un bilancio dell’uno per cento destinato alla cultura ( quando per la difesa  e gli armamenti il bilancio è tre volte superiore e che il servizio militare non è pù obbligatorio, per fortuna!).

Per l’istruzione e la scuola  poi siamo penultimi nella graduatoria  per le spese e gli investimenti  (che dovrebbero essere “sacrosanti”!) :  ultima c’è solo la Grecia .

E poi ci lamentiamo… e  parliamo di Europa!

Mario  Pavan




Sabato 06 Aprile,2013 Ore: 21:36
 
 
Ti piace l'articolo? Allora Sostienici!
Questo giornale non ha scopo di lucro, si basa sul lavoro volontario e si sostiene con i contributi dei lettori

Print Friendly and PDFPrintPrint Friendly and PDFPDF -- Segnala amico -- Salva sul tuo PC
Scrivi commento -- Leggi commenti (0) -- Condividi sul tuo sito
Segnala su: Digg - Facebook - StumbleUpon - del.icio.us - Reddit - Google
Tweet
Indice completo articoli sezione:
Lettere

Canali social "il dialogo"
Youtube
- WhatsAppTelegram
- Facebook - Sociale network - Twitter
Mappa Sito


Ove non diversamente specificato, i materiali contenuti in questo sito sono liberamente riproducibili per uso personale, con l’obbligo di citare la fonte (www.ildialogo.org), non stravolgerne il significato e non utilizzarli a scopo di lucro.
Gli abusi saranno perseguiti a norma di legge.
Per tutte le NOTE LEGALI clicca qui
Questo sito fa uso dei cookie soltanto
per facilitare la navigazione.
Vedi
Info