- Scrivi commento -- Leggi commenti ce ne sono (0)
Visite totali: (301) - Visite oggi : (1)
Questo giornale non ha scopo di lucro, si basa sul lavoro volontario e si sostiene con i contributi dei lettori Sostienici!
ISSN 2420-997X

Canali social "il dialogo"
Youtube
- WhatsAppTelegram
- Facebook - Sociale network - Twitter
Mappa Sito

www.ildialogo.org Dalla Parte giusta,di Raffaele Ibba

Lettera
Dalla Parte giusta

di Raffaele Ibba

Fuoco di fila (seconda, terza, quarta fila ... ma sono quelli che sparano peggio) contro la Serracchiani colpevole di aver detto la verità.
Massimo D'Alema è un comunista, di quelli che piacciono al signor B.
Il signor B deve la sua attuale posizione politica al fatto che Massimo D'Alema preferiva B a Romano Prodi; cioè Massimo D'Alema non era disposto a tollerare la leadership di un cattolico democratico ed allora meglio un avventuriero, che poi si vedrà.
Perché B. ha sempre perduto contro Prodi.
Massimo D'Alema, inoltre, non ne ha azzeccata una, compresa la valutazione che dà di se stesso (il migliore, come  giuliano ferrara pensa di se stesso); occorre umiltà per ben governare un paese e D'Alema è troppo impegnato a darsi ragione per ascoltare gli altri e quello che succede (esattamente come B, ma mentre il signor B è impegnato a guardarsi l'uccello ed a compiacersi della bellezza dello stesso, D'Alema si ammira il cervello e pensa una cosa molto simile).
Infine.
Dario Franceschini è la possibilità di un partito democratico che si occupa di come le persone vivono e non di come le persone scopano. Un partito reale.
Reale come Tina Pica e Totòm che sarebbero stati un ticket eccezionale perché, al contrario di quel che pensa Zingaretti (illustre sconosciuto che ho appreso essere a capo della provincia di Roma), erano due persone preparate nel loro lavoro, serie verso se stesse e gli altri, umili nella loro vita.
Zingaretti farebbe bene ad imparare da loro due quel che ancora non sa (e che sembra sia molto).



Giovedý 02 Luglio,2009 Ore: 17:26
 
 
Ti piace l'articolo? Allora Sostienici!
Questo giornale non ha scopo di lucro, si basa sul lavoro volontario e si sostiene con i contributi dei lettori

Print Friendly and PDFPrintPrint Friendly and PDFPDF -- Segnala amico -- Salva sul tuo PC
Scrivi commento -- Leggi commenti (0) -- Condividi sul tuo sito
Segnala su: Digg - Facebook - StumbleUpon - del.icio.us - Reddit - Google
Tweet
Indice completo articoli sezione:
Lettere

Canali social "il dialogo"
Youtube
- WhatsAppTelegram
- Facebook - Sociale network - Twitter
Mappa Sito


Ove non diversamente specificato, i materiali contenuti in questo sito sono liberamente riproducibili per uso personale, con l’obbligo di citare la fonte (www.ildialogo.org), non stravolgerne il significato e non utilizzarli a scopo di lucro.
Gli abusi saranno perseguiti a norma di legge.
Per tutte le NOTE LEGALI clicca qui
Questo sito fa uso dei cookie soltanto
per facilitare la navigazione.
Vedi
Info