- Scrivi commento -- Leggi commenti ce ne sono (0)
Visite totali: (388) - Visite oggi : (1)
Questo giornale non ha scopo di lucro, si basa sul lavoro volontario e si sostiene con i contributi dei lettori Sostienici!
ISSN 2420-997X

Canali social "il dialogo"
Youtube
- WhatsAppTelegram
- Facebook - Sociale network - Twitter
Mappa Sito

www.ildialogo.org SUOR CAMPBELL (LCWR): PER IL VATICANO “IL RE HA SEMPRE RAGIONE”,da Adista Notizie n. 17 del 04/05/2013

SUOR CAMPBELL (LCWR): PER IL VATICANO “IL RE HA SEMPRE RAGIONE”

da Adista Notizie n. 17 del 04/05/2013

37150. WASHINGTON-ADISTA. «Mentirei se scrivessi di non essere rimasta ferita dalla riaffermazione della censura della Leadership Conference of Women Religious (Lcwr) e per estensione di Network, il gruppo che si occupa di giustizia sociale da me guidato». Non nasconde la propria amarezza suor Simone Campbell, alla testa, appunto del gruppo Network e tra le religiose più note degli Stati Uniti, di fronte alla riconferma di papa Bergoglio delle misure prese dal Vaticano contro le religiose statunitensi, accusate di assumere posizioni distanti dal magistero della Chiesa (v. Adista Notizie n. 16/13).
Benché il 6 aprile scorso, infatti, Bergoglio abbia nominato come numero 2 della Congregazione per i Religiosi p. José Rodriguez Carballo, francescano alla testa dell’Unione dei superiori maggiori nonché ministro generale dei frati minori, facendo sperare in un nuovo approccio alla questione delle religiose, osserva la Campbell in un articolo sul Washington Post (19/4), l’incontro tra i vertici della Congregazione per la Dottrina della Fede e dell’Lcwr del 15 aprile non ha fatto che ratificare i provvedimenti presi un anno fa, quando una valutazione dottrinale sull’operato delle religiose sfociò nel commissariamento dell’organismo da parte del Vaticano.
«Dalla mia posizione privilegiata di persona esclusa dalle stanze del potere», si legge nell’articolo, «mi sembra che queste azioni continuino a riguardare la Chiesa e la politica degli Stati Uniti. Le religiose sono un pallone che viene passato tra i diversi dipartimenti competenti della Chiesa. Nessuno di essi riguarda la fede. Le autorità vaticane continuano a dire che apprezzano il nostro lavoro quando svolgiamo un servizio diretto, ma contestano le nostre politiche quando non sono allineate alle visioni intransigenti di alcuni vescovi statunitensi».
In particolare, la censura di Network è legata all’appoggio della riforma sanitaria di Obama del 2010, nella quale i vescovi contestavano il fatto che si parlasse di un sovvenzionamento federale per l’aborto. «Almeno due corti federali hanno espresso il loro accordo con la mia lettura giuridica del progetto di legge, che non individuava alcun fondamento nel testo che prevedesse fondi federali per l’aborto. Noi lo interpretavamo nel modo giusto, e lo staff dei vescovi aveva torto. Ma abbiamo continuato ad essere criticati da loro perché contestavamo pubblicamente».
Per la religiosa, ciò che è in gioco, qui, è la battaglia «per l’inculturazione della nostra fede in una cultura democratica», nella quale esistono diversi approcci possibili e ugualmente legittimi. «Il Vaticano potrebbe trarre vantaggi da un passaggio culturale di questo tipo, ma resta invece ancorato al modello europeo di monarchia dove il re ha sempre ragione e non può accettare opinioni diverse».
Tuttavia, l’impressione che papa Bergoglio comprenda la necessità di un cambiamento in questo senso c’è; che cosa abbia in mente, però, non è ancora dato saperlo. (ludovica eugenio)

Articolo tratto da
ADISTA
La redazione di ADISTA si trova in via Acciaioli n.7 - 00186 Roma Telefono +39 06 686.86.92 +39 06 688.019.24 Fax +39 06 686.58.98 E-mail info@adista.it Sito www.adista.it



Sabato 04 Maggio,2013 Ore: 17:07
 
 
Ti piace l'articolo? Allora Sostienici!
Questo giornale non ha scopo di lucro, si basa sul lavoro volontario e si sostiene con i contributi dei lettori

Print Friendly and PDFPrintPrint Friendly and PDFPDF -- Segnala amico -- Salva sul tuo PC
Scrivi commento -- Leggi commenti (0) -- Condividi sul tuo sito
Segnala su: Digg - Facebook - StumbleUpon - del.icio.us - Reddit - Google
Tweet
Indice completo articoli sezione:
La chiesa di Papa Francesco

Canali social "il dialogo"
Youtube
- WhatsAppTelegram
- Facebook - Sociale network - Twitter
Mappa Sito


Ove non diversamente specificato, i materiali contenuti in questo sito sono liberamente riproducibili per uso personale, con l’obbligo di citare la fonte (www.ildialogo.org), non stravolgerne il significato e non utilizzarli a scopo di lucro.
Gli abusi saranno perseguiti a norma di legge.
Per tutte le NOTE LEGALI clicca qui
Questo sito fa uso dei cookie soltanto
per facilitare la navigazione.
Vedi
Info