- Scrivi commento -- Leggi commenti ce ne sono (0)
Visite totali: (222) - Visite oggi : (1)
Questo giornale non ha scopo di lucro, si basa sul lavoro volontario e si sostiene con i contributi dei lettori Sostienici!
ISSN 2420-997X

Canali social "il dialogo"
Youtube
- WhatsAppTelegram
- Facebook - Sociale network - Twitter
Mappa Sito

www.ildialogo.org   5 maggio: giornata dell’ottopermille.  ,di <b>NOI SIAMO CHIESA</b>

  5 maggio: giornata dell’ottopermille.  

La Chiesa faccia qualcosa: trasparenza e pubblicità sulle risorse che amministra e dibattito su cosa significhi “Chiesa povera e dei poveri”


di NOI SIAMO CHIESA

Domenica prossima, 5 maggio, in tutte le parrocchie italiane la Conferenza episcopale invita a firmare, nella dichiarazione dei redditi, l’opzione dell’ottopermille a favore della Chiesa cattolica. Questa richiesta viene accompagnata, su molti media, da una vivace campagna pubblicitaria in cui si ostentano gli interventi sociali realizzati dalle strutture ecclesiali e dal clero con i fondi così percepiti dal gettito IRPEF.

“Noi Siamo Chiesa” da sempre ha criticato questo sistema che ha le sue radici nel sistema pattizio Stato/Chiesa vigente nel nostro paese e, in particolare, nel nuovo Concordato Craxi/Casaroli del 1984, che è in contraddizione con un’esplicita affermazione della Costituzione conciliare Gaudium et Spes (cap. 76).

Ciò premesso, quest’anno “Noi Siamo Chiesa”, anche nella prospettiva del nuovo corso che si sta avviando nella Chiesa, chiede e si aspetta che le strutture di vertice (CEI e diocesi), pur senza impegnarsi nell’immediato a un cambiamento radicale della situazione, non si limitino solo a chiedere ma anche “facciano qualcosa”.

Noi proponiamo che questa possibile iniziativa consista:

  1. nello studio concreto di come dare, in tempi ragionevoli, trasparenza e pubblicità alla quantità e alla qualità delle risorse che la Chiesa gestisce (i bilanci delle diocesi e degli Istituti per il Sostentamento del clero sono del tutto segreti, dei fondi dell’ottopermille, sia di quelli gestiti centralmente dalla CEI che di quelli distribuiti alle diocesi, si conoscono solo dati aggregati e, quindi, ben poco interpretabili);

  2. nell’avvio di una riflessione, alla base della Chiesa e al suo vertice, su cosa possa significare, nel vissuto quotidiano di ogni struttura ecclesiale, quella “Chiesa povera e dei poveri” di cui ha parlato ripetutamente papa Francesco.

“Noi Siamo Chiesa” ha dato da tempo il suo contributo e ha fatto le sue proposte nel libro “Sulla Chiesa povera” (editore La Meridiana 2008).

Roma, 3 maggio 2013

NOI SIAMO CHIESA




Venerdì 03 Maggio,2013 Ore: 16:14
 
 
Ti piace l'articolo? Allora Sostienici!
Questo giornale non ha scopo di lucro, si basa sul lavoro volontario e si sostiene con i contributi dei lettori

Print Friendly and PDFPrintPrint Friendly and PDFPDF -- Segnala amico -- Salva sul tuo PC
Scrivi commento -- Leggi commenti (0) -- Condividi sul tuo sito
Segnala su: Digg - Facebook - StumbleUpon - del.icio.us - Reddit - Google
Tweet
Indice completo articoli sezione:
La chiesa di Papa Francesco

Canali social "il dialogo"
Youtube
- WhatsAppTelegram
- Facebook - Sociale network - Twitter
Mappa Sito


Ove non diversamente specificato, i materiali contenuti in questo sito sono liberamente riproducibili per uso personale, con l’obbligo di citare la fonte (www.ildialogo.org), non stravolgerne il significato e non utilizzarli a scopo di lucro.
Gli abusi saranno perseguiti a norma di legge.
Per tutte le NOTE LEGALI clicca qui
Questo sito fa uso dei cookie soltanto
per facilitare la navigazione.
Vedi
Info