- Scrivi commento -- Leggi commenti ce ne sono (0)
Visite totali: (263) - Visite oggi : (1)
Questo giornale non ha scopo di lucro, si basa sul lavoro volontario e si sostiene con i contributi dei lettori Sostienici!
ISSN 2420-997X

Canali social "il dialogo"
Youtube
- WhatsAppTelegram
- Facebook - Sociale network - Twitter
Mappa Sito

www.ildialogo.org Una cultura politica,di Lidia Menapace

Una cultura politica

di Lidia Menapace

Naturalmente è oggi possibile ammucchiare dati su tutto e anche in fretta e a buon mercato: si può sapere quale tasso di incremento demografico il pianeta può sopportare, quante calorie al giorno sono necessarie a chi vive in un certo clima, fa certi lavori, ha certe età e appartiene a un certo o anche incerto genere. Si può sapere quanto costa affrontare tutte le malattie rare ecc.ecc.ecc..
Confesso che però un mondo nel quale a chi ci arriva viene consegnato un documento che gli prescrive di fare certi studi, seguire una tale dieta, avere tot figli, una casa di tot dimensioni, spendendo tot per libri cibi studi cultura sport viaggi ecc.ecc.ecc., mi fa diventare triste e non sopporto la dittatura delle prescrizioni "scientifiche" più di quanto non mi scandalizzi l'indifferenza verso le ingiustizie, sto per dire che forse sopporto meglio le ingiustzie che il terrorismo burocratico.
Che fare? Passare per tentativi ed errori, sperimentare gli sbandamenti, leggere la storia a strati, avere una cognizione "geologica" del sapere.
Mi spiego con esempi. Tenendo presente quanto già detto sulla complessità e sulla crisi. Passare per tentativi ed errori è un consiglio di Galileo e tanto nomini... taccio. Sono molto interessata alla categoria dello "sbandamento", che ho trovato molto utile nel bel libro "Pitzinnos Pastores e Partigianos eravamo insieme sbandati" , edito dall'Anpi di Nuoro, da Pietro Cicalò Pietro Dettori Salvatore Muravera e Natalino Piras nel 2012. Lo stare insieme nello sbandamento aiuta a trovare la strada giusta, molta parte della Resistenza si può capire attraverso questa inedita categoria storiografica, utile per i fatti storici che non hanno precedenti. Dagli ulteriori scritti di uno degli autori prendo una nozione "stratificata" della storia. Natalino Piras, esaminando Streghe e altre donne disordinate, che furono bruciate uccise torturate, trova un paio di cose importantissime, cioè che, mentre ci sono e si svolgono le più mirabili stagioni della umana civiltà per opere d'arte, raffinatezza di usi e comportamenti, sotto ci sono spesso tremende tragedie orrori senza fine, il che Piras esprime anche con un linguaggio stratificato e composito, geniale anche se poco generalizzabile, ma sempre usando tavolozze e timbri espressivi molteplici e come stratificati. Ci si accorge allora che le scoperte geografiche, picchi della civiltà, contengono anche il trasporto degli schiavi e schiave africane per essere sfruttati nel glorioso Nuovo mondo patria della democrazia, ma anche delle tesi teologiche sul fatto che i neri non avevano l'anima ecc., che nel bel mezzo del più splendido Rinascimento la schiavitù continua e prende spazio in Europa, che durante lo svilupparsi della civiltà moderna continua I'Inquisizione, che le ultime streghe vengono bruciate in Trentino al tempo di Napoleone e gli ultimi schiavi li uccide, in un paese civilissimo ricco di arte filosofia scienza musica ecc.ecc. Hitler.
Non é lecito , é inutile pensare in piccolo, se si sa che possiamo mettere i semi di una mutazione storica detta rivoluzione, fatta da un movimento reale che per l'appunto muta lo stato di cose presente. Niente di meno che una mutazione che ci farebbe entrare nella storia umana, e sarebbe irreversibile.



Venerdì 31 Gennaio,2014 Ore: 17:03
 
 
Ti piace l'articolo? Allora Sostienici!
Questo giornale non ha scopo di lucro, si basa sul lavoro volontario e si sostiene con i contributi dei lettori

Print Friendly and PDFPrintPrint Friendly and PDFPDF -- Segnala amico -- Salva sul tuo PC
Scrivi commento -- Leggi commenti (0) -- Condividi sul tuo sito
Segnala su: Digg - Facebook - StumbleUpon - del.icio.us - Reddit - Google
Tweet
Indice completo articoli sezione:
Politica

Canali social "il dialogo"
Youtube
- WhatsAppTelegram
- Facebook - Sociale network - Twitter
Mappa Sito


Ove non diversamente specificato, i materiali contenuti in questo sito sono liberamente riproducibili per uso personale, con l’obbligo di citare la fonte (www.ildialogo.org), non stravolgerne il significato e non utilizzarli a scopo di lucro.
Gli abusi saranno perseguiti a norma di legge.
Per tutte le NOTE LEGALI clicca qui
Questo sito fa uso dei cookie soltanto
per facilitare la navigazione.
Vedi
Info