- Scrivi commento -- Leggi commenti ce ne sono (0)
Visite totali: (230) - Visite oggi : (1)
Questo giornale non ha scopo di lucro, si basa sul lavoro volontario e si sostiene con i contributi dei lettori Sostienici!
ISSN 2420-997X

Canali social "il dialogo"
Youtube
- WhatsAppTelegram
- Facebook - Sociale network - Twitter
Mappa Sito

www.ildialogo.org Giornata della donna,di <strong>Mario Pavan</strong>, Vicenza

Giornata della donna

di Mario Pavan, Vicenza

L’otto marzo è stata la giornata dedicata alla donna:manifestazioni, iniziative, celebrazioni e feste sono starte realizzaae anche per più giorni. Anche se non tutte di “buon gusto”.
Ee poi? Dopo tutto questo? I problemi restano anche più duri e difficili di prima e le donne, le nostre madri, sorelle, compagne , mogli e preziose collaboratrici ( non mi va giù il terminebadante”) saranno come prima , forse con le illusioni e le speranze ridotte, rispetto alla realtà.
Una “realtà” però che la Politica (quella con la “p” maiuscola) può e deve cambiare ovunque ma soprattutto nella cosiddetta “civile” e “democratica”(?)nostra penisola.
Occorre oggi più che mai recuperare e insegnare con la con-divisione e l’esempio la vera lezione della Storia , la “nostra” Storia repubblicana che anche le 21 donne elette per la prima volta ci hanno dato con il loro sacrificio, la loro tenacia, la loro abnegazione e soprattutto con l’eleganza di una dignità alta .
Sono state ventuno “Madri “ accanto ai sempre citati “Padri Costituenti”, ventun donne , nove dell’Udi , unione donne italiane emanzione diretta in linea femminile del PCI, nove DC, due del PSI e una dell’Uomo Qualunque.
Una presenza espressa in proposte e attuazioni di leggi sociali e familiari e che fin da subito si rivelò” trasversale”, al di là dei partiti di allora, unita e decisa perché la donna unisce, sempre. Anello di congiunzione, di vita. Rivela eccezionalità di intuizione, coraggio( termine che deriva da “cuore” e le donne hanno un grande cuore).
Per questo è doveroso nelle scuole, nelle parrocchie, nella politica e nella Chiesa assegnare il senso giusto della presenza femminile, cominciando magari proprio nel far conoscere la storia di queste “grandi”donne .Un impegno di cultura, di dignità e di giustizia quotidiana, da cominciare presto nello studio, nella famiglia e nel lavoro.
Perché il nostro Paese è un Paese che sta, putroppo, dimenticando la sua grande Storia , da un ventennio e oltre… dopo una politica dell’effimero, dell’apparire , dell’imbroglio e dell’ipocrisia dei “furbi”.
Mario Pavan, Vicenza


Sabato 08 Marzo,2014 Ore: 17:46
 
 
Ti piace l'articolo? Allora Sostienici!
Questo giornale non ha scopo di lucro, si basa sul lavoro volontario e si sostiene con i contributi dei lettori

Print Friendly and PDFPrintPrint Friendly and PDFPDF -- Segnala amico -- Salva sul tuo PC
Scrivi commento -- Leggi commenti (0) -- Condividi sul tuo sito
Segnala su: Digg - Facebook - StumbleUpon - del.icio.us - Reddit - Google
Tweet
Indice completo articoli sezione:
Pianeta donna

Canali social "il dialogo"
Youtube
- WhatsAppTelegram
- Facebook - Sociale network - Twitter
Mappa Sito


Ove non diversamente specificato, i materiali contenuti in questo sito sono liberamente riproducibili per uso personale, con l’obbligo di citare la fonte (www.ildialogo.org), non stravolgerne il significato e non utilizzarli a scopo di lucro.
Gli abusi saranno perseguiti a norma di legge.
Per tutte le NOTE LEGALI clicca qui
Questo sito fa uso dei cookie soltanto
per facilitare la navigazione.
Vedi
Info