- Scrivi commento -- Leggi commenti ce ne sono (0)
Visite totali: (222) - Visite oggi : (1)
Questo giornale non ha scopo di lucro, si basa sul lavoro volontario e si sostiene con i contributi dei lettori Sostienici!
ISSN 2420-997X

Canali social "il dialogo"
Youtube
- WhatsAppTelegram
- Facebook - Sociale network - Twitter
Mappa Sito

www.ildialogo.org Anegli e demoni, ovvero paure e idiozie per un medioevo prossimo venturo,A cura di Stefania Salomone

Anegli e demoni, ovvero paure e idiozie per un medioevo prossimo venturo

A cura di Stefania Salomone

Alcune note sulla puntata di Porta a Porta del 7 aprile 2010 dedicata al tema del demonio e degli angeli. Il servizio pubblico usato per diffondere superstizioni e paure che sono l'esatto opposto del messaggio evangelico.


La tv pubblica manda in onda le superstizioni e le idiozie antievangeliche del più buio medioevo. Questo è il nostro commento a caldo a quello che abbiamo visto ieri sera nella Puntata di Porta a Porta dedicata al tema del diavolo e affini. In studio un tale "padre Amorth" presentato come "il più grande esorcista del secolo", che continua a parlare di Satana e di Lucifero... storie di miti e nient'altro. Il povero Odifreddi ha tentato di dire che sono storie inventate, che nella Bibbia non c'è nulla del genere, ma era solo contro tutti, contro la vasta gamma di "devoti del nulla", a partire da Vespa, fino alla povera Koll che da quando si è "covertita" sembra le sia morta tutta la parentela in un sol colpo (evviva la gioia di Cristo!), o fino a Messori che fa le crociate contro l'infedele, o la povera Pivetti che, insieme ad Amorth, parla con l'angelo custode... Un quadretto che sarebbe stato esilarante in altri tempi e su cui i comici si sarebbero scatenati. Nei nostri tempi invece c'è poco da ridere come documenta il sondaggio proposto dalla trasmissione secondo il quale quasi tutti gli italiani credono negli angeli e nel diavolo... Certo che se continuano a mandare in onda questa roba medievale e fasulla, fra una pubblicità ingannevole e l'altra, la piccola mente dell'italiano medio non ha poprio speranze... Gli encefalogrammi diverranno sempre più piatti. Devozione e superstizione sembrano schiacciare l'evangelo. Ma noi sappiamo che questo non sarà ancora per molto. (Stefania Salomone)

Di seguito una sintesi della puntata ed in fondo al testo il link per vedere il filmato sul sito della Rai

PUNTATA PORTA A PORTA ANGELI E DEMONI 7 aprile 2010
Amorth:          Sintomi unici dell’indemoniato, che riproducono sintomi importanti per psichiatri e psicologi: reazione esagerata all’acqua benedetta sulla faccia o al soffio sulla faccia.
                        Parlano lingue sconosciute, forza esagerata che non è propria della persona, le cose che sputano, le cose che dicono …
Koll:                Ho incontrato P. Amorth per raccontare la mia conversione. Credo in Dio, in Gesù, leggo la Bibbia, credo nella parola di Dio e quindi credo anche nell’esistenza del diavolo.
Pivetti:            Ho una grande paura del diavolo e, per prudenza, me ne tengo alla larga, perché so che è una persona che mi farebbe tutto il male che può.
M. Gemma:    Sono esorcista da 19 anni, da quando sono vescovo. Alcuni tra gli indemoniati sono liberati, alcuni ancora no. E’ Dio che libera, noi siamo strumenti. Ho domandato al demonio perché quelle persone non le lascia andare e lui mi risponde “chiedilo al tuo capo”.
                        Il demonio è soggetto alla volontà di Dio. Per farlo arrabbiare gli si dice che è sottomesso alla volontà di Dio e anche i suoi fini sono MISTERIOSAMENTE concessi da Dio, che è capo assoluto.
 p. Amorth:    ho ricevuto l’eredità degli esorcismi di P. Candido alla scala santa e tutti i casi non risolti sono venuti da me, quelli gravi.
                        Il diavolo non fa paura. E’ un angelo che si è ribellato a Dio, ha l’intelligenza dell’angelo, è un essere personale, ha inventiva, ha iniziativa, e se noi stiamo nei binari che ci suggerisce la chiesa andiamo bene, ma se noi ci lasciassimo trascinare in discussioni con il demonio c’è il rischio che avremmo la peggio
Messori:          Lavoro in una città inquietante come Torino, ho partecipato ad un esorcismo e ne ho fatto le spese. Sono entrato e c’erano 7/8 robusti giovanotti che devono proteggere l’esorcista. Avevo chiesto di partecipare ad un caso grave. Infatti si è rivolto a me dicendo “tu maledetto ipocrita, tu che scrivi di Gesù Cristo” … e mi ha fatto l’elenco di tutti i miei peccati a partire dall’adolescenza.
Amorth:          Da parte di alcuni vescovi c’è una resistenza perché non credono alle azioni straordinarie del demonio. Quando uno viene nominato vescovo riceve il potere assoluto di nominare gli esorcisti, non può essere sostituito da nessuno. Lui ha ail monopolio della nomina, quindi si trova ad amministrare un terreno in cui non ha esperienza.
                        C’è anche stata purtroppo la pausa di 3 secoli in cui si sono quasi del tutto sospesi gli esorcismi. Un fatto molto grave all’epoca delle streghe … quelle persone che avevano bisogno dell’esorcismo venivano mandate al rogo.
                        Oltretutto c’è stato il razionalismo, l’illuminismo, tutte queste correnti … e l’ateismo portato dal comunismo, per cui …
Koll:                Prima della conversione non frequentavo la chiesa e non mi interessava del demonio. Ma sono cresciuta da cattolica praticante e da bambina lasciavo lo spazio nel letto perché dormivo con l’angelo custode.
Messori:          La caduta della credenza nel diavolo significa sempre la demonizzazione di qualche categoria umana: la rivoluzione francese demonizza gli aristocratici, Marx demonizza i borghesi, poi si demonizzarono gli ebrei. E’ estremamente pericoloso sul piano storico confrontarsi con il male senza la presenza del demonio.
Tosatti:           Pio XII fece molte volte esorcismi a distanza su Hitler
 
Dal sondaggio emerge che si creda più nell’angelo custode che nel diavolo. Commenti tra i presenti “E’ più comodo”.
Messori:          La fede negli angeli è testimoniata nel vangelo. Quando Gesù dice “guai a chi scandalizza i piccoli, guai, perché i loro angeli guardano in faccia Dio”. Quindi Gesù stesso, almeno per i bambini, sembra fare riferimento all’angelo custode. Ed è anche attestata negli Atti degli Apostoli durante le persecuzioni.
(Nota mia: Tralascio i commenti della esperta di angeli che ci ha presentato la distinzione tra l’angelo e lo spirito dei trapassati ….
Seguono le famose battaglie di padre pio contro il demonio … )
M. Gemma:    Ho sentito vicino S. Michele Arcangelo che è il protettore degli esorcisti. Santa Gemma Galgani vedeva l’angelo custode in tutte le forme più disparate. A volte anche sotto forma del confessore, a consolarla, come anche le si presentava il maligno in tutte le forme. Ma i santi hanno un sesto senso per distinguere l’uno dall’altro.
                        Se crediamo alla Bibbia, al Vangelo, al magistero ecclesiastico, non possiamo non credere nel demonio. Io ci credo perché l’ho incontrato.

http://www.rai.tv/



Giovedý 08 Aprile,2010 Ore: 15:49
 
 
Ti piace l'articolo? Allora Sostienici!
Questo giornale non ha scopo di lucro, si basa sul lavoro volontario e si sostiene con i contributi dei lettori

Print Friendly and PDFPrintPrint Friendly and PDFPDF -- Segnala amico -- Salva sul tuo PC
Scrivi commento -- Leggi commenti (0) -- Condividi sul tuo sito
Segnala su: Digg - Facebook - StumbleUpon - del.icio.us - Reddit - Google
Tweet
Indice completo articoli sezione:
Crisi chiese

Canali social "il dialogo"
Youtube
- WhatsAppTelegram
- Facebook - Sociale network - Twitter
Mappa Sito


Ove non diversamente specificato, i materiali contenuti in questo sito sono liberamente riproducibili per uso personale, con l’obbligo di citare la fonte (www.ildialogo.org), non stravolgerne il significato e non utilizzarli a scopo di lucro.
Gli abusi saranno perseguiti a norma di legge.
Per tutte le NOTE LEGALI clicca qui
Questo sito fa uso dei cookie soltanto
per facilitare la navigazione.
Vedi
Info