- Scrivi commento -- Leggi commenti ce ne sono (0)
Visite totali: (231) - Visite oggi : (1)
Questo giornale non ha scopo di lucro, si basa sul lavoro volontario e si sostiene con i contributi dei lettori Sostienici!
ISSN 2420-997X

Canali social "il dialogo"
Youtube
- WhatsAppTelegram
- Facebook - Sociale network - Twitter
Mappa Sito

www.ildialogo.org COMUNICATO STAMPA N. 7,di Agenzia NEV del 29/08/2012

SINODO DELLE CHIESE METODISTE E VALDESI 2012
COMUNICATO STAMPA N. 7

di Agenzia NEV del 29/08/2012

SINODO DELLE CHIESE METODISTE E VALDESI
Torre Pellice (Torino), 26-31 agosto 2012
UFFICIO STAMPA

Casa Valdese, via Beckwith 2, 10066 Torre Pellice (Torino), tel. 0121.950035, fax 0121.91604
A cura dell'Agenzia stampa NEV - Notizie Evangeliche

COMUNICATO STAMPA N. 7

SINODO DELLE CHIESE METODISTE E VALDESI

8XMILLE

Dagli ultimi dati confermato il costante aumento dei contribuenti firmatari dell'otto per mille valdese (+12%). La moderatora Maria Bonafede: “Quasi mezzo milione di italiani e italiane ci danno fiducia”. Il Sinodo si prepara a gestire il gettito raddoppiato che arriverà il prossimo anno con i fondi delle quote “non espresse”

Torre Pellice (Torino), 29 agosto 2012 (SSSMV/07) – Un appassionato dibattito sull'otto per mille ha caratterizzato questa mattina i lavori del Sinodo delle chiese metodiste e valdesi. Consapevoli del fatto che, con la modifica dell'Intesa riguardante l'accesso alle cosiddette “quote non espresse” dell'otto per mille, e quindi con il radoppio dei fondi da gestire, la Chiesa si troverà di fronte ad un compito inedito. Pertanto il Sinodo ha approvato un piano “strategico” teso a far fronte alla novità. In particolare cambierà la ripartizione dei progetti destinati all'estero: una percentuale che dal 30%, passerà ora al 50% del totale delle somme ricevute.

Quest'anno, secondo gli ultimi dati disponibili risalenti al 2009, ad entrare nelle casse della gestione otto per mille delle Chiesa valdese sono 14milioni di euro, due milioni in più rispetto all'anno precedente: sono ben 470.188 i contribuenti che hanno firmato la casella dell'Unione delle chiese metodiste e valdesi della propria denuncia dei redditi. Un costante aumento che conferma un trend ormai consolidato. “Un dato che naturalmente è per noi motivo di profonda soddisfazione, ma anche di grande responsabilità per la fiducia che ci accordano gli italiani, che superano di gran lunga i nostri membri di chiesa”, ha dichiarato la moderatora uscente Maria Bonafede nel corso della conferenza stampa svoltasi oggi nella Casa valdese di Torre Pellice.

Ma chi sono questi italiani che decidono di affidare parte delle loro tasse a questa piccola chiesa di minoranza? Solo il 2% di questi 470.188 si dichiarano “protestanti”, come ha illustrato Paolo Naso, professore di scienza politica all'università la Sapienza, che durante la conferenza stampa ha fornito alcuni dati interessanti: più del 50% dei firmatari si dicono o “non credenti” o “agnostici”, mentre il 25% si dice “cattolico”. Il firmatario “doc” è tipicamente del Nord-ovest appartenente ad una fascia socioculturale medio-alta. Anche Lombardia, Liguria, Reggio Emilia, Veneto e soprattutto il Lazio sono tra le regioni più virtuose. “Una fiducia che sostanzialmente si fonda su due aspetti – spiega la moderatora Bonafede -. Dalle migliaia di lettere che ci pervengono, risulta che a convincere gli italiani a firmare per noi è il fatto che non spendiamo neanche un euro per attività di culto e che puntiamo sul massimo della trasparenza”. Per consultare la rendicontazione del fondo 8 per mille, infatti, basta andare sul sito www.ottopermillevaldese.it.

La conferenza stampa di domani, 30 agosto, ore 12.30, avrà per titolo: “Nuove e vecchie famiglie, quali modelli?”. Questa sera, infatti, il Sinodo discuterà il documento elaborato dalla apposita commissione istituita l'anno scorso in seguito alla decisione sinodale riguardante la benedizione delle coppie omosessuali e quelle eterosessuali di fatto. L'idea è di allargare la riflessione non solo a tutte le coppie, siano esse di fatto o di diritto, ma anche ai nuovi modelli di famiglia, rigorosamente al plurale. Interverrà, tra gli altri, il pastore della chiesa valdese di Torino Paolo Ribet, membro della commissione tra gli autori del documento (NEV/CS35).

L’Agenzia stampa NEV–notizie evangeliche è presente come Ufficio stampa del Sinodo presso la "Casa Valdese" di Torre Pellice in via Beckwith 2, tel. 0121.950035, cell. 339 30 48 448, ed organizza conferenze stampa quotidiane sui principali argomenti in discussione trasmesse ogni giorno alle 15 da Radio Beckwith (http://rbe.it). Per approfondimenti: www.chiesavaldese.org.



Mercoledý 29 Agosto,2012 Ore: 19:56
 
 
Ti piace l'articolo? Allora Sostienici!
Questo giornale non ha scopo di lucro, si basa sul lavoro volontario e si sostiene con i contributi dei lettori

Print Friendly and PDFPrintPrint Friendly and PDFPDF -- Segnala amico -- Salva sul tuo PC
Scrivi commento -- Leggi commenti (0) -- Condividi sul tuo sito
Segnala su: Digg - Facebook - StumbleUpon - del.icio.us - Reddit - Google
Tweet
Indice completo articoli sezione:
Chiese locali

Canali social "il dialogo"
Youtube
- WhatsAppTelegram
- Facebook - Sociale network - Twitter
Mappa Sito


Ove non diversamente specificato, i materiali contenuti in questo sito sono liberamente riproducibili per uso personale, con l’obbligo di citare la fonte (www.ildialogo.org), non stravolgerne il significato e non utilizzarli a scopo di lucro.
Gli abusi saranno perseguiti a norma di legge.
Per tutte le NOTE LEGALI clicca qui
Questo sito fa uso dei cookie soltanto
per facilitare la navigazione.
Vedi
Info