- Scrivi commento -- Leggi commenti ce ne sono (0)
Visite totali: (375) - Visite oggi : (2)
Questo giornale non ha scopo di lucro, si basa sul lavoro volontario e si sostiene con i contributi dei lettori Sostienici!
ISSN 2420-997X

Canali social "il dialogo"
Youtube
- WhatsAppTelegram
- Facebook - Sociale network - Twitter
Mappa Sito

www.ildialogo.org  La Luna Rossa,di Michele Zarrella *

 La Luna Rossa

L’eclissi del secolo


di Michele Zarrella *

Uno spettacolo astronomico stupefacente da non perdere, l’eclissi di Luna totale del 27 luglio 2018 che avrà una durata di oltre un’ora e mezza: 103 minuti. Sarà la più lunga di tutto il secolo. La Luna si troverà in opposizione al Sole nella fase di Luna piena, condizione necessaria affinché si verifichi un’eclissi, restando così oscurata dal cono d’ombra proiettato dalla Terra. I raggi solari quando attraversano l’atmosfera subiscono una rifrazione che modifica l'angolo, la velocità e la lunghezza d’onda; quest'ultima aumenta e quindi si avvicina al colore che abbiamo chiamato rosso. Il particolare allineamento dei corpi celesti farà colpire la Luna da questi raggi che la illumineranno di un intenso colore rosso-arancione, per questo il fenomeno è chiamato anche col nome di “Luna Rossa” o “Luna di sangue”.

L’eclissi inizierà a essere visibile alle 19:13 (ora in cui entra nella zona di penombra), ma entrerà nella zona d'ombra alle 20:28; raggiungerà la fase totale fra le 21:31 e le 23:14, circa 103 minuti imperdibili per tutti: appassionati di astronomia e non. Alle nostre coordinate (Gesualdo: 41° N e 15° E) la Luna sorgerà alle 20:16, quando la Luna si troverà già nella zona di penombra, ma faremo giusto in tempo a vedere l'inizio dell'oscumento totale dovuto al cono d'ombra che, come abbiamo detto, inizierà alle 20:28.  

Alle 23:15 la Luna inizierà ad illuminarsi ad Est e alle 23:45 sarà metà "bianca" e metà "rossa".  

Alle 0:20 la Luna sarà completamente uscita dalla zona d'ombra e sarà completamente in quella di penombra che finirà alle ore 1:30 quando sarà completamente e direttamente di nuovo illuminata dal Sole. 

 

Ma perché questa eclissi di Luna durerà così tanto? Il motivo risiede nel fatto che il nostro satellite il 27 luglio sarà prossimo all’apogeo, cioè alla distanza massima dalla Terra, che arriva a 406.740 km. Essendo così distante (mediamente è di 384.400 km), il diametro del disco lunare sarà più piccolo; inoltre, essendo l'orbita ellittica, all'apogeo la sua velocità è più lenta (mediamente è di 1 km/s); queste due condizioni fanno sì che il tempo di eclissi sia il massimo possibile e pertanto avremo un tempo maggiore per ammirare il fenomeno. Uno spettacolo da non perdere.

Nella stessa serata un fenomeno nel fenomeno: Marte, il pianeta rosso, sarà in opposizione (sorge quando il Sole tramonta) e si troverà a 4 gradi dalla Luna. Un motivo in più per non perdere questo evento astronomico.

 

 

Gesualdo 8 luglio 2018

*Ingegnere e astrofilo

Per contatti

zarmic@gmail.com

sito web: digilander.libero.it

Vai alla sezione Ambiente

Torna alla sezione Astronomia

 



Domenica 08 Luglio,2018 Ore: 10:39
 
 
Ti piace l'articolo? Allora Sostienici!
Questo giornale non ha scopo di lucro, si basa sul lavoro volontario e si sostiene con i contributi dei lettori

Print Friendly and PDFPrintPrint Friendly and PDFPDF -- Segnala amico -- Salva sul tuo PC
Scrivi commento -- Leggi commenti (0) -- Condividi sul tuo sito
Segnala su: Digg - Facebook - StumbleUpon - del.icio.us - Reddit - Google
Tweet
Indice completo articoli sezione:
Astronomia

Canali social "il dialogo"
Youtube
- WhatsAppTelegram
- Facebook - Sociale network - Twitter
Mappa Sito


Ove non diversamente specificato, i materiali contenuti in questo sito sono liberamente riproducibili per uso personale, con l’obbligo di citare la fonte (www.ildialogo.org), non stravolgerne il significato e non utilizzarli a scopo di lucro.
Gli abusi saranno perseguiti a norma di legge.
Per tutte le NOTE LEGALI clicca qui
Questo sito fa uso dei cookie soltanto
per facilitare la navigazione.
Vedi
Info