- Scrivi commento -- Leggi commenti ce ne sono (0)
Visite totali: (404) - Visite oggi : (1)
Questo giornale non ha scopo di lucro, si basa sul lavoro volontario e si sostiene con i contributi dei lettori Sostienici!
ISSN 2420-997X

Canali social "il dialogo"
Youtube
- WhatsAppTelegram
- Facebook - Sociale network - Twitter
Mappa Sito

www.ildialogo.org Festival Uguali_diversi, il teatro, le cene e cultivar,

Festival Uguali_diversi, il teatro, le cene e cultivar

Novellara (RE) dal 19 al 22 settembre


19-22 settembre 2013

Novellara (re)

www.ugualidiversi.org

facebook: Uguali Diversi

twitter: @Uguali_diversi

Uguali e diversi

FONDATA SUL LAVORO?”

A Novellara (RE) tra giovedì 19 e domenica 22 settembre 2013 sono in programma quattro intense giornate di dialogo e analisi sulla necessità di ritrovare le ragioni per credere ancora che la nostra Repubblica sia fondata sul lavoro … PER TUTTI …

Il Festival Uguali Diversi si propone quest’anno di mettere in piedi ed elaborare un’attenta riflessione su uno dei più importanti temi degli ultimi tempi, il lavoro. La comunità Novellarese e i protagonisti che parteciperanno al festival tenteranno insieme di individuare nuove linee guida e opportunità, coinvolgendo le energie e le potenzialità dei giovani sotto la guida attenta e la responsabilità degli adulti.

Le quattro giornate del festival offrono la grande opportunità di incontrare, vedere e ascoltare chi, con slancio creativo e audacia, si è fatto spazio nel mondo del lavoro.

Potremo assistere a numerosi interventi di esperti nazionali e internazionali, tavole rotonde con imprenditori e giovani studenti, presentazioni di start up insieme a numerose attività come mostre artistiche, laboratori dell’ottimismo, varie attività e animazioni per bambini e ragazzi, work shop sul cibo, cene insieme per la valorizzazione dei nostri prodotti eno-gastronomici, visite guidate nelle realtà locali e visite interculturali nelle realtà presenti nel nostro territorio tra cui tempio hindu, tempio sick e moschea. Ci saranno inoltre spettacoli teatrali, cinema, danza musica e tanto altro …

Un ricchissimo programma pieno di occasioni accompagnato da grandi personaggi che ci guideranno i questo percorso di riflessione tra cui: Giuseppe Alai, presidente consorzio parmigiano reggiano; Andrea Allione, formatore/dreamer esperto di metodi attivi; Andrea Bezzecchi produttore di aceto balsamico tradizionale; Enrico Bini, presidente della camera di commercio di Reggio Emilia; Francesco Bombardi, creatore del FabLab a Reggio Emilia; Aldo Bonomi, direttore dell’istituto di ricerca AAster per lo sviluppo del territorio; Luigino Bruni, professore di economia politica presso l’università “Bicocca” di Milano; Enea Burani, amministratore della cooperativa “la collina”; Pierluigi Castagnetti, esponente partito democratico; Enrico Castellano, investitore in buone idee e imprese giovanili; Valeria Cometti, responsabile area educazione slow food italia; Graziano Del Rio, ministro per gli affari regionali e le autonomie; Domenico de Masi, professore di sociologia del lavoro; Giuseppe Dossetti, presidente CeIS Reggio Emilia; Luciano Manicardi, vice priore della comunità di Bose; Mirco Marconi, docente università di scienze gastronomiche, pollenzo (cn); Mattia Mariani, direttore di radio Reggio; Gino Mazzoli, psicosociologo praxis; Stefano Pescarmona, agronomo specializzato in agreocologia e agricoltura biodinamica; Alberto Signori, esperto del mercato del lavoro; Nicoletta Spadoni, assistente sociale del comune di Castellarano; Aimone Storchi, presidente di Reggio Emilia innovazione; Fabio Storchi, presidente di FEDERMECCANICA;Carlo Turco, giornalista/dreamer e molti altri…

La rassegna si inserirà al centro di un percorso culturale, Cultivar, che vedrà nei mesi da luglio a febbraio l’attivazione di un “cantiere delle idee giovanili”. Un percorso d’incontro, dialogo e formazione con la comunità locale per affrontare il più difficile e indispensabile dei temi: INCERTEZZA_GIOVANI_LAVORO e finalizzato a far emergere le energie nascoste nei giovani di diverse nazionalità, in tutti gli attori sociali, e farle integrare tra loro, per ricercare tracce di nuove vie, di una nuova economia, di un nuovo lavoro, di un nuovo mondo.

Il festival insieme al progetto CULTIVAR cercano di attivare e portare nel contesto Novellarese sollecitazioni culturali, che permettono di capire e affrontare temi importanti e difficili ponendosi le domande giuste e invitando la comunità ad aprirsi verso nuovi orizzonti e punti di vista, senza la pretesa di essere le uniche vie, ma presentandosi come fonte di stimolo e motivazione.

Il progetto vive nella certezza che la cultura non possa essere solo una spesa superflua, tra le prime da tagliare nei momenti di crisi, ma elemento fondamentale per formare il tessuto sociale e civile di un paese e di una comunità, per la sua crescita umana e morale e per migliorare la qualità della sua vita. Occorre allora pensare, progettare e operare, immettendo e stimolando, provocando azioni e situazioni che favoriscano la crescita nella conoscenza, nella responsabilità e nella valorizzazione della diversità.

E’ cosi che sentendosi partecipe in questa responsabilità, il comitato scientifico porta al centro dei dibattiti di ogni edizione temi legati ai bisogni e alle criticità della vita del nostro paese.

Si è partiti nel 2008, anno europeo del dialogo interculturale,con il primo Festival delle Culture, lanciando il logo Uguali_Diversi, per poi conseguire nel 2009 con “Immaginare Futuro” per riflettere sulla crisi economico-finanziaria. Nel 2010 “Giovani.con.futuro cercasi” ha indagato la situazione giovanile, nel 2011 “Terra” ha proposto le strade per risanare le fratture tra terra ed uomo e infine nel 2012 “comunità come” è stato costruito sulla necessità di recuperare il senso di comunità.

Dagli interventi di alcuni nostri ospiti è nata la collana “Uguali Diversi” realizzata da Aliberti editore che permette a ciascun lettore di rivivere i principali momenti del festival e le parole di chi ci ha guidato in questo percorso. Fanno parte della collana gli interventi di : Enzo Bianchi, Paolo Naso, Gabriella Caramore, Gad Lerner, Luciano Manicardi, Zygmunt Bauman, Romano Prodi, Salvatore Natoli, Gustavo Pietropolli Charmet.

Il festival Uguali Diversi 2013 si svolgerà tra il 19 il 22 settembre nei luoghi del teatro Franco Tagliavini, i portici della rocca e la piazza.


19-22 settembre 2013

Novellara (re)

www.ugualidiversi.org

facebook: Uguali Diversi

twitter: @Uguali_diversi

Uguali e Diversi: Fondata sul lavoro?....

Etoile in collaborazione con Osono, Erika Muraca e i Taldirò presenteranno quattro spettacoli tra giovedì 19 e domenica 22 settembre 2013

INSIEME PER PORTARE IL LAVORO … IN SCENA

Si è scelto di includere nel programma del Festival Uguali_Diversi 2013 quattro rappresentazioni teatrali sul tema del lavoro e del futuro. Un modo per dare all’arte l’importanza che si merita anche in ambito lavorativo, per mettere in gioco nei modi più disparati le idee e le emozioni di questi giovani artisti su quello che oggi sembra essere il tema che ci tocca nel profondo.

CHOOSE” Il lavoro mobilita l’uomo

Uno spettacolo audio documentato teatrale danzato da Erica Muraca Con il sostegno di ARIEL ASSOCIAZIONE

Lo spettacolo proposto intende essere l’occasione per aprire un confronto intragenerazionale e intergenerazionale sulla ricerca, la creazione e l’invenzione del lavoro. lo spettacolo sprona tutte le persone che si trovano ad affrontare la precarietà a sviluppare punti di vista differenti rispetto a questa problematica e ad avere il coraggio di prendere in mano la propria creatività e ad inventare il lavoro che desiderano o quantomeno ad aprirsi la possibilità di scegliere partendo o restando in questo paese, rischiando, cadendo e rialzandosi. Lo spettacolo denuncia anche la fuga di cervelli dal bel paese incoraggiando però i giovani a non spezzare le ali alle proprie iniziative. Verranno poste a confronto le parole di due generazioni diverse, la testimonianza di chi ha perso il lavoro oggi e di chi se l’è inventato in passato, le esperienze di chi si sta costruendo il futuro che desidera e che non ha mai avuto il coraggio di desiderare.

Sabato 21 settembre 2013 dalle ore 9.30 alle 10.30 presso il teatro Franco Tagliavini nella Rocca di Novellara

180 la legge dei matti” e “vestiti di bianco”

ITAF (International Theater Accademy of FITA and Coepta), è la Scuola di Alta Formazione delle arti dello spettacolo di FITA (Federazione Italiana Teatro Amatori) volta a qualificare giovani artisti attraverso l’alta formazione. Il progetto ha lo scopo di formare ogni anno 10 tra ragazzi e ragazze provenienti da tutt’Italia e dagli stati della comunità Europea che attraverso lezioni e residenze teatrali arriveranno alla messa in scena di uno spettacolo. La performance sarà poi rappresentata in differenti stati e in occasioni di importanti manifestazioni teatrali. Il progetto gode del patrocinio di Agiscuola e del riconoscimento della Maison de L’europe di Bordeaux.

Attualmente sono due le giovani compagnie ITAF: una al secondo anno di attività che continua a lavorare presentando il nuovo spettacolo “Vestiti di Bianco” sul tema delle “morti bianche”, incidenti mortali sul lavoro; la seconda compagnia, al primo anno di studio, presenta invece una performance legata alla “legge 180”, che ha rappresentato il momento in cui si è applicato in modo esemplare il concetto che la salute è un diritto fondamentale, costituzionale, inviolabile.

Basaglia infatti, rivoluzionò l’istituzione psichiatrica italiana, “Un malato di mente entra nel manicomio come ‘persona’ per diventare una ‘cosa’. Il malato, prima di tutto, è una ‘persona’ e come tale deve essere considerata e curata (...) Noi siamo qui per dimenticare di essere psichiatri e per ricordare di essere persone”, questo ripeteva il nuovo Direttore ai medici ed agli infermieri del suo manicomio. Reinventarsi lavori e competenze evolvendo un sistema sanitario – esempio di sistema lavorativo- deve sapersi aggiornare, reinventare, rimodellare in ogni sua componente, mettendo la persona al centro dei suoi obbiettivi rimane uno dei grandi temi di discussione. ITAF gode della collaborazione e partecipazione attiva della compagnia rumena Osono, che vede i propri attori sul palco assieme ai giovani allievi della scuola di Alta formazione della arti dello spettacolo In occasione del festival Novellarese.

Spettacolo teatrale “vestiti di bianco” Giovedì 19 settembre 2013 dalle 21.00 presso il Teatro Franco Tagliavini nella Rocca di Novellara.

Spettacolo “180 la legge dei matti” Venerdì 20 settembre 2013 dalle 21.00 presso il Teatro Franco Tagliavini nella Rocca di Novellara

COMPAGNIA TEATRALE “ I Taldirò”

La compagnia teatrale “i taldirò” è composta da una decina di adolescenti che si sono conosciuti sui banchi di scuola durante i laboratori teatrali organizzati dalla scuola media. la passione per la recitazione ed il teatro li ha convinti a creare questa compagnia teatrale che si sta esibendo con spettacoli teatrali e letture di testi di autori locali e nazionali. Durante l’estate 2013 hanno partecipato al campo scuola americano “ kids who care” tra registi, sceneggiatori e attori professionisti durante il quale hanno realizzato un nuovo spettacolo. L’esperienza formativa è stata resa possibile dalla loro insegnante di teatro, Grazia Costa. Durante il Festival ci stupiranno con un‘improvvisazione teatrale nella quale esprimeranno le loro sensazioni sui temi scottanti della crisi, del lavoro, del futuro e di tutto ciò che ad esse è legato.

 

Sabato 21 Settembre 2013 dalle 20.30 presso portici di Piazza Unità d’Italia Novellara


“Piatti, Spettacoli e Cinema”

A tavola con il festival

Il Festival Uguali Diversi dal titolo “Fondata sul lavoro?” continua anche a tavola …

Saremo accompagnati e deliziati da piatti e prodotti della nostra terra e di altri mondi …

Si inizierà sabato 21 settembre dalle ore 20.00 con la “CENA AI PORTICI” che avrà luogo presso i locali dei portici di Novellara che ci accoglieranno e metteranno a nostra disposizione la loro capacità e la loro inventiva: Bar Roma, Bar la Rocca, Gastronomia “Non solo cappelletti” ed in collaborazione con i forni “Al Pan”, “Bottoli”, “Currieri” e “Paroli”.

Il menù della serata sarà a base di prodotti tipici emiliani e della novità del pane al chioccolato, che nasce dall’unione del pane dei nostri forni con l’antico cioccolato dei Gonzaga.

La serata sarà accompagnata da improvvisazioni teatrali clandestine, di danza e spettacoli musicali grazie al Gruppo teatrale Taldirò, scuola di danza e scuola di musica “C.Confetta” di Novellara.

Inoltre laboratori creativi per i più piccoli e laboratori esperienziali per giovani e adulti.

È necessaria la prenotazione al numero 0522.758281 o presso i punti ristoro.

A cura di Proloco, associazione di promozione turistica Novellara.

Seguirà domenica 22 settembre dalle ore 13.00 il “Pranzo dei gusti giusti” presso il cortile della Rocca.

L’acetaia comunale ci guiderà nell’assaggio del tradizionale aceto balsamico di Novellara che con il suo sapore intenso accompagnerà la presentazione dei piatti.

Necessaria la prenotazione al numero 339.2865791

A conclusione di tutto il festival Domenica 22 Settembre dalle ore 20.00 presso il salone Giovanni Paolo II vivremo insieme la “CINE-CENA” nella quale, accompagnati da piatti tipici Emiliano - Romagnoli e gusti provenienti da tutto il mondo potremo assistere alla visione delle più emozionanti scene del cinema, suoni e immagini che aprono vie per un nuovo mondo e un nuovo uomo nel tempo dell’incertezza.

La cena è promossa da Uguali_Diversi in collaborazione con il gruppo di Sport e Ben-Essere. Cinema a cura di DIKE, Carlo Turco (giornalista/regista e Dreamer).

Prenotazione ai numeri 348.5591048 e 348.5718972

I MENU’ DELLE SERATE SU : www.ugualidiversi.org


Al Festival Uguali_Diversi visite guidate e laboratori creativi

Le attività del Festival

Il Festival Uguali_Diversi, dal titolo “Fondata sul Lavoro” da l’opportunità di partecipare a numerose visite per Novellara cosi da conoscerne le diverse realtà. I partecipanti al Festival potranno visitare il Museo Gonzaga, l’Archivio storico, l’acetaia comunale e la ghiacciaia all’interno della Rocca. Un’occasione da non perdere che da la possibilità di conoscere e valorizzare i prodotti locali e la nostra storia. Il Festival ci porta inoltre alla scoperta dell’interculturalità, con le visite al Tempio Sikh, al Tempio Hindù, alla Moschea e alla Collegiata di Santo Stefano, tutte opportunità che ci vengono date per conoscere e comprendere la ricchezza che nasce dall’incontro con le altre culture e religioni.

Le viste guidate al Museo Gonzaga, all’archivio storico e all’acetaia comunale avranno luogo sabato 21 settembre dalle ore 15.00 alle ora 16.30 (ritrovo presso Museo Gonzaga ore 14.45) e domenica 22 settembre dalle 16.30 alle 20.00 (ritrovo presso Museo Gonzaga alle ore 16.15)

Le visite alla scoperta dell’interculturalità saranno sabato 21 e domenica 22 settembre dalle ore 15.00 alle ore 17.00 (ritrovo presso Piazzale Marconi ore 14.45). Saremo accompagnati dal gruppo “I colori del vento”

Numerosi saranno i laboratori creativi a cui tutti potranno partecipare. Verranno coinvolti adulti e bambini in laboratori che li vedranno protagonisti attivi e partecipi nelle diverse attività.

Per i più piccoli tra i laboratori ci saranno “L’officina dei piccoli illustratori” che verterà sull’insegnamento del mestiere affascinante e misterioso dell’illustratore come figura con la matita in mano che sa dare vita a illustrazioni, fumetti …; “Il lavoro dei miei genitori … e quello dei miei nonni”, i laboratori creativi “Rici-Creo” e “Imitando i grandi al lavoro .. nello spazio, nel mare, nella natura, in casa e creando”: uno spazio dedicato al sogno e all’immaginazione, un momento per creare, ideare e volare con la fantasia; “Lavoro di mano e di mente” e “Il lavoro che farò”.

Per i giovani e gli adulti vi saranno diversi “Laboratori dell’ottimismo per naviganti”, dedicato a chi ha e a chi sta cercando una risorsa da mettere in gioco per il domani,il laboratorio esperienziale “Lavoro. Tra corpi, storie e musica”.

Per tutte le informazioni, gli orari e le modalità visitare il sito www.ugualidiversi.org nella sezione PROGRAMMA.

Sabato 21 settembre

dalle 8.30 alle 10.00 e dalle 10.30 alle 12.00 presso la Rocca comunale: “Il lavoro dei miei genitori”

dalle 10.30 alle 12.00: Laboratorio creativo “Rici-Creo”

dalle 15.30 alle 17.00: “Laboratorio dell’ottimismo”

dalle 17.00 alle 19.00: “l’Officina dei piccoli illustratori”

Domenica 22 settembre

Dalle 10.00 alle 12.00: “Lavoro tra corpo, storia e musica”

Dalle 15.30 alle 17.00: ”Laboratorio dell’ottimismo”

Dalle 15.30 alle 20.00: “Imitando i grandi al lavoro”

Dalle 17.30 alle 19.00: “Laboratorio dell’ottimismo”




Lunedì 02 Settembre,2013 Ore: 18:01
 
 
Ti piace l'articolo? Allora Sostienici!
Questo giornale non ha scopo di lucro, si basa sul lavoro volontario e si sostiene con i contributi dei lettori

Print Friendly and PDFPrintPrint Friendly and PDFPDF -- Segnala amico -- Salva sul tuo PC
Scrivi commento -- Leggi commenti (0) -- Condividi sul tuo sito
Segnala su: Digg - Facebook - StumbleUpon - del.icio.us - Reddit - Google
Tweet
Indice completo articoli sezione:
Appuntamenti

Canali social "il dialogo"
Youtube
- WhatsAppTelegram
- Facebook - Sociale network - Twitter
Mappa Sito


Ove non diversamente specificato, i materiali contenuti in questo sito sono liberamente riproducibili per uso personale, con l’obbligo di citare la fonte (www.ildialogo.org), non stravolgerne il significato e non utilizzarli a scopo di lucro.
Gli abusi saranno perseguiti a norma di legge.
Per tutte le NOTE LEGALI clicca qui
Questo sito fa uso dei cookie soltanto
per facilitare la navigazione.
Vedi
Info