- Scrivi commento -- Leggi commenti ce ne sono (0)
Visite totali: (296) - Visite oggi : (1)
Questo giornale non ha scopo di lucro, si basa sul lavoro volontario e si sostiene con i contributi dei lettori Sostienici!
ISSN 2420-997X

Canali social "il dialogo"
Youtube
- WhatsAppTelegram
- Facebook - Sociale network - Twitter
Mappa Sito

www.ildialogo.org RELIGIONI, CULTURE, DIRITTI UMANI: UN RAPPORTO COMPLESSO IN EVOLUZIONE,a cura di Religions For Peace, Sezione Italiana

RELIGIONI, CULTURE, DIRITTI UMANI: UN RAPPORTO COMPLESSO IN EVOLUZIONE

Conferenza Internazionale 12/13 Maggio / Ministero degli Esteri-Roma (iscrizione entro il 4 Maggio)


a cura di Religions For Peace, Sezione Italiana

Conferenza  internazionale
 
“ RELIGIONI, CULTURE E DIRITTI UMANI:
UN RAPPORTO COMPLESSO IN EVOLUZIONE”
 
Roma, 12/13 Maggio 2010, Ministero degli Affari Esteri
sotto l’alto patronato del presidente della repubblica
 
 
La grande mobilità umana da un continente all’altro, il confronto ravvicinato e generalizzato di concezioni e punti di vista diversi, a seguito della “rivoluzione” mediatica, e l’insediamento di gruppi umani consistenti in aree caratterizzate da retroterra culturali e religiosi spesso significativamente diversi da quelli di provenienza hanno posto numerose sfide di compatibilità e di conciliabilità delle differenze.
 
Ciò rende sempre più urgente la ricerca di valori condivisi , anche facendo riferimento a quanto  le culture e le religioni hanno elaborato, formulato, custodito, rinnovato e trasmesso da generazioni come orientamenti per regolare positivamente le relazioni e per ricostruirle allorché vengono frantumate da conflitti di vario genere e gravità.
 
Non a caso, dopo gli esiti tragici della seconda guerra mondiale, nella difficile fase di ricostruzione di un tessuto di rapporti umani, sociali ed internazionali, un posto centrale fu riservato alla definizione di un orizzonte di valori di riferimento che proteggessero la dignità di ogni persona umana, definizione che si concretizzò nella “Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo” del 1948.
 
E’ dunque di grande attualità di fronte alle sfide di oggi, non meno impegnative di quelle passate, interrogarsi sui significati e sui fondamenti universali dei diritti umani e sulle vie da perseguire per la loro realizzazione, adeguando l’iniziativa alle peculiarità delle espressioni culturali  delle varie comunità e nazioni.
 
In quest’ambito quale apporto può venire  dalle religioni, che sono tradizionalmente fonti del pensiero e del comportamento etico ed hanno a livello mondiale una vasta rete sociale che contribuisce a promuovere la giustizia, l’uguaglianza, la condivisione e l’educazione alla pace ?
 
Quale apporto, inoltre, può venire dai vari approcci dell’antropologia filosofica e del mondo giuridico  e dal loro confronto con altre sensibilità e culture, in passato più lontane?
 
Questi gli interrogativi principali del convegno, oltre alle condivisione delle “buone pratiche” in materia ed approfondimenti specifici attraverso workshops dedicati ai “Diritti delle donne”, “Diritti dei bambini”, “Diritti delle minoranze e libertà civili” e “Diritti dei rifugiati”.
 
La Conferenza potrà essere seguita anche in video-streaming, collegandosi attraverso il link che apparirà sulla home-page di www.esteri.it 
 

 

Programma

Scheda Iscrizione

Invito (Italiano)

Invite (English)



Luned́ 03 Maggio,2010 Ore: 14:58
 
 
Ti piace l'articolo? Allora Sostienici!
Questo giornale non ha scopo di lucro, si basa sul lavoro volontario e si sostiene con i contributi dei lettori

Print Friendly and PDFPrintPrint Friendly and PDFPDF -- Segnala amico -- Salva sul tuo PC
Scrivi commento -- Leggi commenti (0) -- Condividi sul tuo sito
Segnala su: Digg - Facebook - StumbleUpon - del.icio.us - Reddit - Google
Tweet
Indice completo articoli sezione:
Appuntamenti

Canali social "il dialogo"
Youtube
- WhatsAppTelegram
- Facebook - Sociale network - Twitter
Mappa Sito


Ove non diversamente specificato, i materiali contenuti in questo sito sono liberamente riproducibili per uso personale, con l’obbligo di citare la fonte (www.ildialogo.org), non stravolgerne il significato e non utilizzarli a scopo di lucro.
Gli abusi saranno perseguiti a norma di legge.
Per tutte le NOTE LEGALI clicca qui
Questo sito fa uso dei cookie soltanto
per facilitare la navigazione.
Vedi
Info