- Scrivi commento -- Leggi commenti ce ne sono (0)
Visite totali: (352) - Visite oggi : (1)
Questo giornale non ha scopo di lucro, si basa sul lavoro volontario e si sostiene con i contributi dei lettori Sostienici!
ISSN 2420-997X

Canali social "il dialogo"
Youtube
- WhatsAppTelegram
- Facebook - Sociale network - Twitter
Mappa Sito

www.ildialogo.org Lettera aperta al nuovo papa,di Giovanni Monteasi

Lettera aperta al nuovo papa

di Giovanni Monteasi

Nostro “fratello maggiore” in Cristo,

noi, membri del movimento ecclesiale “VOCATIO”, abbiamo molto apprezzato, nella vicenda delle dimissioni di Benedetto XVI, la distinzione fatta, per il ministero papale, fra ruolo e persona che lo ricopre.

Il “carico” sulle spalle di un papa è troppo pesante se deve anche gestire intorno a sé scenari talvolta “oscuri”.

Auspichiamo, perciò, maggiore trasparenza nella curia romana e nella sua gestione decisionale ed economica. Questo ci sembra un punto nodale che dovrai affrontare per una vera crescita della chiesa.

Molte sarebbero le speranze da esprimere all’inizio di questo tuo nuovo papato.

Scegliamo di sottolinearne solo alcune.

Noi speriamo:

  • che vengano rivalutati i messaggi del Concilio Vaticano II, cogliendone gli aspetti innovativi ed esprimendoli con un linguaggio più vicino a quello del popolo di Dio;

  • che venga ripresa operativamente la collegialità dei vescovi;

  • che le chiese locali e le conferenze episcopali abbiano maggiore autonomia;

  • che si trovi il modo di consultare le comunità cristiane nella designazione dei loro “pastori” (vescovi e parroci);

  • che trovino più spazio, anche a livello decisionale, ministeriale, liturgico e pastorale, le donne e tutti i membri del laicato;

  • che sia dato spazio, nella chiesa di Gesù, agli emarginati ritenuti “peccatori”: ai divorziati risposati, alle coppie di fatto, agli omosessuali, … ;

  • che sia studiata nuovamente la possibilità di affiancare nel ministero presbiterale a preti celibi anche preti sposati. Mentre si discute e si decide in merito, speriamo di essere considerati validi interlocutori nelle comunità locali e nella chiesa tutta;

  • che ….

Le richieste, le speranze (o i sogni?) sarebbero tante!

Preghiamo insieme lo Spirito che spinga noi tutti, discepoli diversi, ma riuniti da Gesù in un’unica chiesa, verso un insieme di comunità testimoni di amore, apertura e disponibilità.

Cordialmente

Il presidente di “VOCATIO”

(Giovanni Monteasi)

Napoli, li 7 Marzo 2013




Venerdì 08 Marzo,2013 Ore: 15:54
 
 
Ti piace l'articolo? Allora Sostienici!
Questo giornale non ha scopo di lucro, si basa sul lavoro volontario e si sostiene con i contributi dei lettori

Print Friendly and PDFPrintPrint Friendly and PDFPDF -- Segnala amico -- Salva sul tuo PC
Scrivi commento -- Leggi commenti (0) -- Condividi sul tuo sito
Segnala su: Digg - Facebook - StumbleUpon - del.icio.us - Reddit - Google
Tweet
Indice completo articoli sezione:
Dottrina della fede secondo Ratzinger

Canali social "il dialogo"
Youtube
- WhatsAppTelegram
- Facebook - Sociale network - Twitter
Mappa Sito


Ove non diversamente specificato, i materiali contenuti in questo sito sono liberamente riproducibili per uso personale, con l’obbligo di citare la fonte (www.ildialogo.org), non stravolgerne il significato e non utilizzarli a scopo di lucro.
Gli abusi saranno perseguiti a norma di legge.
Per tutte le NOTE LEGALI clicca qui
Questo sito fa uso dei cookie soltanto
per facilitare la navigazione.
Vedi
Info