- Scrivi commento -- Leggi commenti ce ne sono (0)
Visite totali: (267) - Visite oggi : (1)
Questo giornale non ha scopo di lucro, si basa sul lavoro volontario e si sostiene con i contributi dei lettori Sostienici!
ISSN 2420-997X

Canali social "il dialogo"
Youtube
- WhatsAppTelegram
- Facebook - Sociale network - Twitter
Mappa Sito

www.ildialogo.org E' nata la rete CALL della Commissione chiesa e societÓ della KEK,di Agenzia NEV del 5/05/2010

Europa.
E' nata la rete CALL della Commissione chiesa e societÓ della KEK

di Agenzia NEV del 5/05/2010

Con lo scopo di incentivare e monitorare le politiche sociali dell'Unione europea


Roma (NEV), 5 maggio 2010 – Precarietà, vulnerabilità, emarginazione, povertà, ingiustizia sociale ed economica: sono solo alcuni dei temi cui la neonata rete “CALL”, Azione della chiesa nel lavoro e nella vita (Church Action on Labour and Life) promossa dalla Commissione chiesa e società della Conferenza delle chiese europee (KEK), presterà attenzione. Avviata ufficialmente a Bruxelles alla fine del mese di aprile (vedi NEV 17/10), ha visto la partecipazione di più di 90 esperti di 22 paesi provenienti dal mondo delle chiese, delle università e dei sindacati.
“Un incontro molto positivo – ha dichiarato Laura Casorio, segretaria esecutiva della Federazione delle chiese evangeliche in Italia (FCEI) e membro della Commissione chiesa e società della KEK, eletta a Bruxelles nell'esecutivo di CALL -. Si tratta di un'iniziativa inedita tesa a promuovere la riflessione delle chiese sui temi del lavoro, della qualità della vita e di una partecipazione attiva come attori in un'Europa, che con l'entrata in vigore del Trattato di Lisbona lo scorso 1 dicembre, permette nuove formule di partecipazione e di relazione con le Istituzioni dell'Unione europea”.
Scopo principale della neonata rete di “advocacy” è quello di incentivare e monitorare le politiche sociali dell'Unione europea (UE). Priorità sarà data all'elaborazione di materiale, documentazione e prese di posizione ad uso della Commissione chiesa e società della KEK sui temi di un'economia sostenibile e sull'implementazione della dimensione sociale della nuova Costituzione UE, nella convinzione che “le chiese hanno una responsabilità nel sostenere per quanto possibile coloro che si trovano a subire le conseguenze della grave crisi economica” ha concluso Laura Casorio. Per le chiese evangeliche italiane erano inoltre presenti Antonella Visintin, coordinatrice della Commissione globalizzazione e ambiente (GLAM) della FCEI, e il valdese Davide Rosso, vicepresidente della Commissione sinodale per la diaconia (CSD).


Domenica 09 Maggio,2010 Ore: 20:04
 
 
Ti piace l'articolo? Allora Sostienici!
Questo giornale non ha scopo di lucro, si basa sul lavoro volontario e si sostiene con i contributi dei lettori

Print Friendly and PDFPrintPrint Friendly and PDFPDF -- Segnala amico -- Salva sul tuo PC
Scrivi commento -- Leggi commenti (0) -- Condividi sul tuo sito
Segnala su: Digg - Facebook - StumbleUpon - del.icio.us - Reddit - Google
Tweet
Indice completo articoli sezione:
Notizie Ecumeniche

Canali social "il dialogo"
Youtube
- WhatsAppTelegram
- Facebook - Sociale network - Twitter
Mappa Sito


Ove non diversamente specificato, i materiali contenuti in questo sito sono liberamente riproducibili per uso personale, con l’obbligo di citare la fonte (www.ildialogo.org), non stravolgerne il significato e non utilizzarli a scopo di lucro.
Gli abusi saranno perseguiti a norma di legge.
Per tutte le NOTE LEGALI clicca qui
Questo sito fa uso dei cookie soltanto
per facilitare la navigazione.
Vedi
Info