- Scrivi commento -- Leggi commenti ce ne sono (0)
Visite totali: (293) - Visite oggi : (1)
Questo giornale non ha scopo di lucro, si basa sul lavoro volontario e si sostiene con i contributi dei lettori Sostienici!
ISSN 2420-997X

Canali social "il dialogo"
Youtube
- WhatsAppTelegram
- Facebook - Sociale network - Twitter
Mappa Sito

www.ildialogo.org Contestazione di un gruppo cattolico tradizionalista al Sinodo della CELI,di Agenzia NEV del 5/05/2010

Luterani/2.
Contestazione di un gruppo cattolico tradizionalista al Sinodo della CELI

di Agenzia NEV del 5/05/2010

Roma (NEV), 5 maggio 2010 - Un'azione di volantinaggio e due striscioni appesi ai lati dell'ingresso del Centro Carraro. Così un gruppetto di tradizionalisti cattolici ha contestato lo svolgimento del Sinodo della Chiesa evangelica luterana in Italia (CELI), tenutosi a Verona dal 30 aprile al 3 maggio scorso. Motivo della contestazione la “benedizione di unioni sodomite”, per usare gli stessi termini con cui i manifestanti hanno definito il dibattito sulle “unioni di vita” - cioè di tutte quelle forme di convivenza diverse dalla famiglia tradizionale - all'ordine del giorno del Sinodo (vedi notizia precedente). Il gruppo di contestatori è comunque già noto sia ai cattolici che ai luterani della città scaligera: si tratta degli stessi che, in concomitanza con la visita di Benedetto XVI alla chiesa luterana di Roma lo scorso 14 marzo, hanno organizzato un rosario riparatore. Soprattutto, sono i componenti del “Comitato perché la chiesa di S. Pietro Martire resti cattolica”, il luogo di culto concesso dal precedente vescovo Flavio Roberto Carraro alla chiesa luterana veronese per lo svolgimento delle sue attività. In una lettera inviata, tra gli altri, all'attuale vescovo di Verona, Nicola Zenti, e al Prefetto della Congregazione per la dottrina della fede, William Joseph Levada, gli esponenti del gruppo tradizionalista hanno reiterato la richiesta affinché la curia revochi la concessione della chiesa di S. Pietro Martire – luogo consacrato e dedicato al co-patrono della città – ai luterani, chiedendo altresì di impedire lo svolgimento del Sinodo luterano presso il cattolico Centro Carraro, dove comunque il Sinodo si è svolto regolarmente. A fronte della contestazione, una delegazione luterana, composta dalla presidente del Sinodo Christiane Groeben e dai pastori di Verona Kerstin e Thomas Vogt, è stata ricevuta dal vescovo Zenti: un incontro cordiale nel quale Zenti ha rassicurato i rappresentanti della CELI che la contestazione non cambierà i rapporti fin qui stabiliti tra la curia veronese e la chiesa luterana.


Domenica 09 Maggio,2010 Ore: 20:00
 
 
Ti piace l'articolo? Allora Sostienici!
Questo giornale non ha scopo di lucro, si basa sul lavoro volontario e si sostiene con i contributi dei lettori

Print Friendly and PDFPrintPrint Friendly and PDFPDF -- Segnala amico -- Salva sul tuo PC
Scrivi commento -- Leggi commenti (0) -- Condividi sul tuo sito
Segnala su: Digg - Facebook - StumbleUpon - del.icio.us - Reddit - Google
Tweet
Indice completo articoli sezione:
Notizie Ecumeniche

Canali social "il dialogo"
Youtube
- WhatsAppTelegram
- Facebook - Sociale network - Twitter
Mappa Sito


Ove non diversamente specificato, i materiali contenuti in questo sito sono liberamente riproducibili per uso personale, con l’obbligo di citare la fonte (www.ildialogo.org), non stravolgerne il significato e non utilizzarli a scopo di lucro.
Gli abusi saranno perseguiti a norma di legge.
Per tutte le NOTE LEGALI clicca qui
Questo sito fa uso dei cookie soltanto
per facilitare la navigazione.
Vedi
Info