Lettera
La Madonna di Medjugorie non ha capito il il Vangelo

di Renato Pierri

Apprendiamo con particolare interesse che il cardinale Camillo Ruini guiderà la commissione vaticana composta di una ventina di membri che indagherà sulle controverse apparizioni mariane di Medjugorie. E che cosa potrà mai dire la colta e rispettabile commissione a milioni di devoti, qualora dovesse appurare che la Madonna di Medjugorie altro non è che il frutto dell'immaginazione di persone che non conoscono il Vangelo? Potrà mai deluderli? Eppure, per rendersi conto che la Madonna di Medjugorie è una falsa Madonna, sarebbe stata sufficiente un'analisi attenta dei suoi presunti messaggi, sin dall'inizio. Ne sarebbe venuta fuori una Madonna priva di fantasia, di una monotonia esasperante, alle volte un po' cinica, e alle volte, ma raramente, anche spassosa. Riporto alcuni dei primi messaggi. "Mi domandate di quella donna che vorrebbe lasciare il marito perché la fa soffrire. Io dico: resti con lui e accetti la sofferenza. Anche Gesù ha sofferto" (29 agosto 1981). Dalla divina  risposta si evince chiaramente che la Madonna di Medjugorie non ha capito nulla del sacrificio del Figlio, e per questo cinicamente consiglia alla moglie di sopportare tranquillamente le angherie del marito, giacché "anche Gesù ha sofferto".
 Il 19 settembre 1981, abbiamo una  Madonna molto pignola e attenta all'orologio: "La messa di Natale sia celebrata a mezzanotte e non alla sera". Il 6 agosto 1982, invece, la Madonna si mostra  attenta al calendario: "Bisogna esortare la gente a confessarsi ogni mese, soprattutto il primo venerdì o il primo sabato del mese". Il 14 aprile 1982,  abbiamo una Madonna superstiziosa: "Dovete sapere che Satana esiste...Portate addosso oggetti benedetti e poneteli anche nelle vostre case". Grazie a questo messaggio, a Medjugorie da allora aumentò  la vendita d’immagini e medagliette. Il 20 luglio 1982, la Madonna mostrava nuovamente di non conoscere il Vangelo: "Molte anime sono in Purgatorio da molto tempo perché nessuno prega per loro". Alle anime del purgatorio il Signore fa sconti di pena, e questi dipenderebbero dalle nostre preghiere. Nello stesso messaggio la Madonna dà una descrizione particolarmente interessante del purgatorio: "Nel purgatorio ci sono diversi livelli: i più bassi sono vicini all'inferno, mentre quelli elevati si avvicinano gradualmente al Paradiso". Possiamo esserne certi, giacché si tratta di rivelazioni della Madre di Dio. Il 21 luglio 1982: "Con la preghiera e il digiuno si possono allontanare anche le guerre e persino sospendere le leggi naturali". Persino le leggi naturali. Una volta poi, era il 19 settembre del 1981,  la Madonna, o perché  non sapeva che cosa rispondere, o perché non ne poteva più di sentirsi fare domande cretine, mise così a posto i veggenti rompiscatole: "Perché fate tante domande? Ogni risposta è nel Vangelo".
 Renato Pierri


Giovedý 18 Marzo,2010 Ore: 16:25