Personaggi del nostro tempo
GINO STRADA

Gino Strada, 53 anni, e’ nato a Sesto San Giovanni (Mi). Chirurgo d’urgenza al Policlinico di Milano, negli anni ’80 si e’ occupato principalmente di chirurgia dei trapianti di cuore e cuore-polmone all’universita’ di Stanford e Pittsburg (USA), nell’ospedale di Harefield, (GB) e presso il Groote Schuur Hospital, a Capetown, Sud Africa. Dopo aver lavorato negli ospedali italiani di Rho (Milano) e di Bergamo, nel 1988 decide di applicare la sua esperienza di chirurgia di urgenza alla assistenza e alla cura dei feriti di guerra. Dal 1989 al 1994 lavora con la Croce Rossa Internazionale di Ginevra in zone di guerra: 1989 Quetta, Pakistan; 1990 Dessie’, Etiopia e Khao-I-Dang, Tailandia; 1991 Kabul, Afghanistan e Ayacucho, Peru’; 1992 Kabul, Afghanistan; 1993 Balbala, Gibuti e Berbera, Somalia; 1994 Bosnia.

L’esperienza accumulata, convince nel 1993 Gino Strada a fondare una organizzazione piccola, agile e altamente specializzata, che intervenga in favore della popolazione civile vittima della guerra e che non soffra delle lentezze burocratiche delle grandi organizzazioni. Con scarsissimi mezzi nella primavera del 1994 Gino Strada fonda a Milano Emergency.

Dalla sua nascita, Emergency contribuisce in modo determinante al successo della campagna internazionale per la messa al bando delle mine antiuomo. Emergency costruisce nel 1996 il primo ospedale nel Nord Iraq a Sulaimaniya. Poi un altro ospedale ad Erbil, e un Centro protesi e riabilitazione, sempre in Nord Iraq, l’ospedale "Ilaria Alpi" a Battambang in Cambogia e altri due ospedali in Afganistan, uno nel nord, nella valle del Panshir e uno nella capitale Kabul. Nel 2001 apre il sesto ospedale di Emergency, a Freetown, in Sierra Leone.

A tutti questi centri si affiancano 27 posti di Primo Soccorso nelle zone piu’ minate o piu’ vicine al fronte. Emergency, ovunque operi, e’ sempre neutrale. In quei Paesi nei quali vi era un conflitto in corso, Emergency ha sempre garantito cure e sostegno a tutti i suoi pazienti indipendentemente dalla loro collocazione politica o religiosa.

Nel gennaio 1999 la casa editrice Feltrinelli pubblica il libro "Pappagalli verdi, cronache di un chirurgo di guerra", in cui Gino Strada racconta la sua esperienza.



Venerd́, 17 maggio 2002